Cookie

Questo sito utilizza i COOKIE per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei COOKIE.
Per maggiori informazioni e su come rimuoverli consultare la nostra politica sui COOKIE.

Privacy Policy

domenica 6 maggio 2012

Ravioli alle pere con speck e aceto balsamico


Senza collegamento da 15 giorni...non poter postare nemmeno una ricetta...uff! Non potevo mancare all'appuntamento del 6 di ogni mese...quello del contest  di Anna e Ornella. E sicuramente non potevo perdermi questa bellissima e buonissima versione di ravioli proposti da Elena, una simpaticissima ragazza che ho conosciuto a un pranzo di foodblogger in Franciacorta. Già solo a guardarla negli occhi ti ispira simpatia , allegria e serenità. Troppo simpatica! Cosi ho preparato tutto quanto e ho invitato i miei amici, Marco e Cristina , vicini di casa , compagni di avventure, passeggiate, vacanze, mangiate...
Inutile dire che tutti abbiamo apprezzato la delicatezza di questi ravioli. Il dolce della ricotta con le pere e il salato dello speck , il gusto particolare dell'aceto balsamico...insomma, una vera delizia!
Ho fatto una piccola modifica...al posto dello speck tagliato a listarelle, ho preferito lasciare le fette intere e passate in padella, cosi' da creare un letto croccante sul quale adagiare i delicatissimi ravioli.
Grazie Elena!!!!


Ingredienti per 4 persone

Pasta all'uovo
250g di farina
2 uova
1 cucchiaino di olio extravergine di oliva Dante
sale

Ripieno
3 pere william(non troppo mature)
200g di ricotta
50g di grana padano grattugiato
1 uovo
sale e pepe nero Tec-Al q.b.

Condimento
5-6 fette di speck
un cucchiaio di olio extravergine di oliva Dante
30 g di burro
aceto balsamico tradizionale
erba cipollina
Parmigiano Reggiano grattugiato

Preparate l'impasto utilizzando l'impastatrice o facendo la classica fontana in cui verranno messe le uova, la farina e un cucchiaino di olio. Impastare con le mani per circa 10 minuti se mancasse di umidità si può aggiungere un goccio di acqua.
Avvolgete con la pellicola e far riposare per 30 minuti.
Preparate il ripieno, si monda la frutta e si taglia a piccoli cubetti. In una ciotola unite la ricotta, l'uovo, il formaggio, mescolare con cura e infine aggiungere le pere dopo aver aggiustato di sale e pepe.
Dopo aver fatto riposare la pasta, utilizzando la macchina, sfogliate l'impasto, passandolo più volte tra i rulli impostati a distanza sempre più ravvicinata. Si termina passando nell'ultimo foro (il più sottile, è come la preferisco, ma volendo una pasta più spessa si può utilizzare il penultimo).
Dopo aver fatto le sfoglie si posiziona il ripieno, con l'aiuto di un cucchiaio e un coltello, e si chiude facendo attenzione a far uscire l'aria dal raviolo (in cottura la presenza potrebbe provocare la rottura). Formare il raviolo come spiegato qui
Per il condimento si scalda l'olio in una padella antiaderente e si rosolano le fette di speck velocemente da ambo i lati.
Cuocete i ravioli in abbondante acqua bollente salata per pochi minuti (se appena preparati), e condire con burro fuso.
Impiattate adagiando le fette di speck croccante sul quale adagerete i ravioli . Spolverizzate con erba cipollina tritata, Parmigiano Reggiano e decorate con aceto balsamico tradizionale.

con questa ricetta partecipo al contest

6 commenti:

  1. Meglio tadi che mai.
    La tua foto era tutta soletta senza il suo bel link di accompagnamento.

    Hai visto la novità di questo mese?
    Il nuovo blog di "Quanti modi di fare e rifare"
    quantimodidifareerifare.blogspot.com
    Buona settimana

    RispondiElimina
  2. bella presentazione!so ke significa 15 giorni senza pc :D ciaoo

    RispondiElimina
  3. Be...grazie dei complimenti ...sono diventata tutta rossa ;)... l'idea del letto di speck mi ispira un sacco, una grande idea! un bacione e a quando un'altro incontro?

    RispondiElimina
  4. ciao Antonella,
    belli i tuoi ravioli e
    bella la tua presentazione!!
    Anche a noi sono piaciuti tanto e da rifare!!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  5. Anche a me questi ravioli sono piaciuti moltissimo e di Elena, pur non avendola conosciuta di persona, ho la stessa idea che hai tu. Un abbraccio, ti auguro uhna felice giornata

    RispondiElimina
  6. niente male come idea complimenti

    RispondiElimina