Cookie

Questo sito utilizza i COOKIE per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei COOKIE.
Per maggiori informazioni e su come rimuoverli consultare la nostra politica sui COOKIE.

Privacy Policy

mercoledì 19 giugno 2013

Trio de oignons et des scarole braisé sur des croûtons grillés


Il caldo mi ha dato alla testa?? Mah....fatto sta che quando ho messo sul tavolo un po' di ingredienti per l'insalata,ho guardato le cipolle e deciso di cucinarle in tre versioni....mi è venuta in mente una filastrocca in francese che sicuramente tutti conoscono...Sur le pont d’Avignon,L’on y danse, l’on y danse,Sur le pont d’Avignon ,L’on y danse tout en rond.....che proprio nulla c'entra n'è con le cipolle n'è con l'insalata!
Ma sarà capitato anche a voi,di avere una musica in testa....e quando entra in testa un motivetto non lo riuscite a scacciare nemmeno se piangete in cinese!! (c'era anche una pubblicità del Carosello che diceva....voglio quel motivetto che mi piace tanto tanto e che fa Du du Dufur....le caramelle!!!)....

E sul tavolo della cucina,in questi giorni staziona anche il pc, perché Rino è in tournè con l'Orchestra in Australia e Giappone,e con la differenza di fusi orari e quant'altro,ogni tanto ci si messaggia su fb.... e per scacciare dalla mente la filastrocca ho cercato un brano che almeno doveva avere almeno come riferimento il numero 3...e qui c'era davvero l'imbarazzo della scelta di Sinfonie...ma non avevo voglia di cose troppo impegnative e cerebrali cosi ho trovato una registrazione proprio carina carina,la Danza finale de Il Cappello a tre punte suonata dall'Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile di Lanciano,scoprendo che era la registrazione dove aveva suonato Alice!Per cui doppiamente sorpresa,perchè non sapevo che l'avessero pubblicata,e orgogliosa.Il compositore De Falla pero' è spagnolo,quindi non c'entra niente con la lingua francese,col piatto o altro.Solo che questo brano mette allegria e voglia di danzare.Non per niente è un balletto, tratto da un romanzo considerato un capolavoro della narrativa spagnola del XIX secolo,che ha come soggetto un Corregidor,un personaggio Reale,che si innamora della moglie fedele del mugnaio,e di tutte le divertenti conseguenze che si susseguono. La musica è ricca di temi che ricordano la musica popolare andalusa,con un'orchestrazione molto raffinata. Nel balletto si trovano esempi di questo patrimonio folkloristico:il fandango che è accompagnato dalle nacchere e dalla chitarra e la jota,accompagnata anch'essa dalle nacchere e gli interpreti sono vestiti con costumi caratteristici regionali .Nella partitura vi appare anche il canto,in questo caso denominato il cante jondo che nella tradizione andalusa significa canzone profonda.
Spesso triste,associato al flamenco,in questo balletto,è accompagnato dalle nacchere e dal battere ritmico delle mani che gli fa assume un carattere lieto e gioioso.

E alla fine del balletto,messo e rimesso in continuazione...il mio piatto ha preso forma!
A essere sincere ho usato la cipolla anche perchè essendo sola e non dovendo baciare nessuno...potevo finalmente sbizzarrirmi a mangiarne quanta piu' ne potevo senza dare fastidio!Cosi' per preparare le insalate per la sfida dell' MTChallenge,finchè Rino è lontano,ho abbondato di aglio e cipolla!!
Questa volta non ho seguito la ricetta di Leo,in quanto la scarola che ho usato l'ho fatta stufare,anche se parte della preparazione l'ho seguita.
Bene,ecco qua gli ingredienti,non misurati,ma ad occhio,per un gustoso tris dai sapori e consistenze differenti e gustosi!

Ingredienti
scarola
cipolle di Tropea
pomodori secchi sott'olio,
pinoli
filetti d'acciughe
pane toscano
aglio
farina
olio per friggere
olio extravergine d'oliva
aceto
prezzemolo

Esecuzione
Stufate la scarola con poco olio extravergine d'oliva.Tagliate le cipolle finemente e dividetele in tre parti.
una parte la marinate con olio,aceto,agli e prezzemolo tritato,lasciandola insaporire per almeno 30 minuti L'altra,la infarinate e friggete in abbondante olio,e la terza la lasciate cruda.
Tagliate i pomodori secchi a listarelle,tostate i pinoli. Tagliate il pane a fette e fatele tostare su una griglia.
A fine cottura passate sopra uno spicchio di aglio.
Ora assemblate il piatto...su ogni crostone adagiate la scarola e poi i tre tipi di cipolla: marinata,qualche pinolo tostato e cubetti di pane croccanti,solamente fritta, cruda con filetti di pomodoro e acciughe
Ecco qua in primo piano le mie amate cipolle!


Pero' dite la verità....il titolo in francese non è proprio SCICCCCC???!!! Ah,a proposito...vuol dire Trio di cipolle e scarola stufata su crostoni grigliati...ahahah

con questo trio partecipo alla sfida


1 commento:

  1. cipolle...fritte e marinate..un invito a nozze per me!! :)

    RispondiElimina