Cookie

Questo sito utilizza i COOKIE per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei COOKIE.
Per maggiori informazioni e su come rimuoverli consultare la nostra politica sui COOKIE.

Privacy Policy

giovedì 6 giugno 2013

Canederli di spinaci o Spinatknödel a quattro mani......per Quanti modi di fare e rifare


...si...a quattro mani,come in un concerto.Questo non perchè siamo stati presi da manie di grandezza o per distinguerci o darci delle arie ma perchè in fase di lavorazione....UEEEEE....UEEEEE (sirena nel linguaggio dei fumetti e non pianto di bimbo anche se...ci sarebbero stati tutti i presupposti per farlo!!) Ferita grave in vistaaaa!!!!

Ma andiamo con ordine...per l'appuntamento mensile di Quanti modi di fare e rifare,a giugno sono io che ospito le mie amiche di pentole,fornelli e fantasia a casa mia. Per chi non lo sapesse,questo appuntamento,è una simpatica iniziativa proposta da Anna e Ornella, che ci vede coinvolte in un'ospitata mensile nei propri blog,seguendo una tabella di marcia stilata dalle due intraprendenti ragazze,dove ognuna di noi,seguendo le indicazioni della ricetta originale, con qualche piccola variante del caso,puo' proporre la sua versione,in base alla proria fantasia,manualità,esperienza,inesperienza,ardimentosa o azzardata interpretazione personale...insomma,piu' che giustificato il titolo Quanti modi di fare rifare! E potete stare certi,che nessuna ricetta è uguale all'originale! Si, per quanto riguarda gli ingredienti,ma per quanto riguarda l'interpretazione....sono proprio curiosa di vedere come ripropongono questo mese queste gustose pallette di spinaci e tutto il resto...conosciute anche nella versione di pane e speck,che si gustano in brodo o accompagnate da insalata condita,di origine tirolese,che vengono proposte anche nella cucina Altoatesina.

Mi chiama mio marito in ufficio e mi dice...mi sono tagliato mentre tagliavo il pane...mi si è staccato
quasi tutto il polpastrello.....e io...ti porto al Pronto Soccorso???!!!..e lui...ma va,figurti se perdo tutta la giornata al PS....l'ho disinfettato e ho messo un cerotto,ho riattaccato il lembo e adesso non sanguina piu'! Dovevi vedere quanto sangue pero'!!! (ma anche no grazie!).....non ho parole....
Ritorno a casa e vedo il dito incerottato...lo riapre e...si riapre anche il taglio! Una cosa schifosissssima!!! Non avete idea che senso vedere il polpastrello che si staccava...va bè,basta con queste descrizioni dell'orrore o stile Hannibal....veniamo alla ricetta che è meglio e per fortuna è di colore verde cosi' fa anche meno impressione e porta un po' di calma a queste sanguinolente descrizioni! Ma erano necessarie per spiegare il perchè della ricetta a quattro mani....Lui ha mescolato gli ingredienti,con il mestolo e il dito incerottato poi io ho formato le pallette,che sono decisamente piu' piccole rispetto a quelle che fa lui di solito e che trovate qua!
Chi vuole bissare sicuramente lo fa,viste le dimensioni piu' "umane"....piatto unico,dove una palletta tira l'altra!!
Le dosi scritte sono variabili,nel senso che puo' servire magari un po' piu' di farina,nel caso il composto risultasse un po' "bagnato" e non proprio compatto.Questo dipende dagli spinaci,se sono stati strizzati bene o no.In questa versione,visto che il pane era troppo secco,ho utilizzato il pane ai cereali in cassetta che ho tagliato a dadini due giorni prima per farlo seccare leggermente.

Ingredienti per 21 canederli
1 kg di spinaci freschi
5 cucchiai di farina
4 uova
2 panini raffermi ( 150 gr circa)
(200 gr di pane in cassetta ai cereali) 
250 gr formaggio ( fontina , latteria , Asiago o similari )
grana grattugiato q.b.
1 spicchio di aglio
sale q.b.
burro q.b.

Esecuzione
Tagliate a cubetti il pane e i formaggi ( foto 2 e 3) . Aggiungete la farina ( foto 4) e l'aglio tritato (foto 5)

Fate cuocere velocemente gli spinaci in pochissima acqua,strizzateli e tagliateli col coltello (foto 1).
Aggiungeteli al pane e formaggio (foto 2),sgusciate le uova (foto 3) e mescolate bene il composto che dovrà risultare bello compatto e non appicicaticcio e umido (foto 4)
Con le mani inumidite formate delle palle che possono andare dalle dimensioni di una pallina da golf a quella da tennis.....(foto 5). Tuffateli delicatamente in acqua salata e da quando salgono a galla fateli cuocere per altri 10 minuti circa (foto grande)
Fate imbrunire leggermente il burro,scolate i canederli e conditeli col burro fuso e una generosa manciata di grana grattugiato.

i canederli sono stati anche apprezzati dalla Minnie....curiosa e golosa come non mai!!!


e poi anche da Gioele,il nostro vicino di casa (non ho la foto...ahahah), che mi ha riportato il piatto insieme alla Silvana,la mamma,che mi ha detto che con queste pallette sono riuscita a fargli mangiare gli spinaci che non vuole mai mangiare!!

ah...giusto per tranquillizzarvi...il dito tagliato sta meglio,il taglio si sta rimarginando e le impronte digitali non sono compromesse piu' di tanto!! ahahah

Con questa ricetta partecipo all'appuntamento mensile di


20 commenti:

  1. Buongiorno Antonella!
    Che bello anche oggi ci siam ritrovati
    e di golosi canederli verdi ci siam abbuffati!
    Trovar la verdura tra la pioggia battente
    non è stata impresa da niente..
    Ma per noi Cuochini è cosa normale
    non ci spaventa nemmeno il temporale!
    Ed eccoci qui cara Antonella, tutti arrivati
    e alla tua tavola ci siam sistemati!
    Grazie mille per questa stupenda ricetta
    e l'ospitalità che era perfetta!
    Ci rivediam il mese prossimo prima di partire per qualche Atollo
    a rifar con basilico la galantina di pollo
    Baci la Cuochina

    RispondiElimina
  2. che io li ho fatti piccoli come te, mi sembrano così più appetitosi. Grazie per averci ospitato e grazie del sacrificio umano di tuo marito ahahahah

    RispondiElimina
  3. Mi spiace per il dito di tuo marito spero che guarisca presto ma un gorsso grazie per averci regalato questa golosa ricetta ciao Luisa

    RispondiElimina
  4. ciao Antonella, grazie per la tua ospitalità, adoro i canederli in tutti i modi e fare questa ricetta è stato un piacere...un abbraccio

    RispondiElimina
  5. ciao Anto, vengo qui a ringraziare te e Rino per l'ospitalità, sono troppo contenta di aver imparato a farli, anche perchè in Trentino ultimamente non ci andiamo più quindi me li faccio da me! Ci è piaciuta veramente tanto tanto tanto graziieee!!!

    RispondiElimina
  6. grazie! nn li avevo mai fatti! molto buoni!

    RispondiElimina
  7. Grazie Antonella per questa ricetta, li trovo molto comodi da fare e poi sono un pò una ricetta di riciclo, della serie che tutto torna utile..
    grazie ancora è stato un piacere partecipare.

    RispondiElimina
  8. Mamma mia, meno male che il dito sta guarendo!! Cari Antonella e consorte grazie per la bellissima ricetta che ho rifatto e rifarò sempre con piacere! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  9. Ciao Antonella è stato un piacere copiarti, immagino che per tuo marito sia stato meno piacevole copiarsi, ma per fortuna tutto si è risolto! Un abbraccio, a presto

    RispondiElimina
  10. Ringrazio di cuore te e Rino per questa fantastica ricetta, in casa ha riscosso un successone... certo che canederli così "ricchi" sono proprio tipici di Cortina, la nostra perla delle Dolomiti... un bacione!

    RispondiElimina
  11. Buonissimi questi canederli! Ringrazio per l'ospitalita e per la favolosa ricetta!

    RispondiElimina
  12. Antonella la ricetta e` favolosa e la provero` in verde cosi` come ce l'hai regalata...consola tuo marito che piccoli sono anche piu` buoni oltre che umani ed infine hai una Minnie meravigiosa!
    francesca

    RispondiElimina
  13. Ciao Antonella,
    grazie per averci ospitato, abbiamo imparato a preparare dei canederli davvero deliziosi, la vostra ricetta è perfetta!
    L'esecuzione a 4 mani è stata strepitosa, auguri al consorte!
    Ciao e alla prossima!

    RispondiElimina
  14. Versione splendida complimenti !!!!
    Tuo marito ha letteralmente dato il sangue per questa ricetta ;-))
    Ciao ciao alla prossima!!!!!

    RispondiElimina
  15. Grazie a tutte ragazze per i vostri commenti e per aver partecipato con entusiasmo e fantasia alla realizzazione di questa ricetta! Un grande abbraccio e complimenti anche da parte del cuoco montanaro!!!! (che ha riacquistato nuovamente la mobilità del suo dito....) ciaoooo e ci vediamo alla prossima ricetta!!!! :-)

    RispondiElimina
  16. Grazie mille della vostra squisita ospitalità, ci siamo divertiti un mondo, specialmente dopo esserci tranquillizzati per le impronte digitali del maritino :)
    Ottima ricetta.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah!!!! eh si...anche perchü parte par l'Australia domani...si sa mai...ahahha

      Elimina
  17. Grazie per la ricetta.
    Meno male che il dito del marito ora sta meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma prego!!!!!!!!!!! si ora è tutto ok!!!

      Elimina
  18. Cara Antonella in ritardissimo passo a ringraziare te e Rino per questa ricetta fantastica, che ai miei due uomini sono piaciuti molto. Anche se è arrivata l'estate col suo caldo - ma forse non durerà - sarà un piacere fare ancora e ancora questi knoedel che con una bella insalata saranno un piatto stupendo.
    Ormai il dito del tuo Rino sarà guarito, si è davvero immolato per questo piatto ;-)
    Buon fine settimana e a rileggerci presto

    RispondiElimina