Cookie

Questo sito utilizza i COOKIE per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei COOKIE.
Per maggiori informazioni e su come rimuoverli consultare la nostra politica sui COOKIE.

Privacy Policy

lunedì 18 febbraio 2013

Ravioloni con spinaci,alga e taleggio al burro fuso



Bene! Eccomi qua nuovamente per il contest stimolante e coinvolgente di Cinzia e Valentina . Ho saltato il mese scorso e spero di non averle fatte preoccupare piu' di tanto,vista la mia assidua frequenza ahaha! Quindi....mi rimetto in pista adesso ma....quando ho visto il tema di questo mese,Cuisine fusion & green color mi sono detta ussssignur! Ma quelle due menti proprio ne inventano di ogni! Utilizzare ingredienti tradizionali che si fondono con quelli di altre culture gastronomiche. Non con ricette scopiazzate ma di nuova creazione. E il piatto non deve essere sfacciatamente verde ma contenere i due elementi che si fondono...ecco,siamo a posto ! Gia dalla foto,il mio raviolo è sfacciatamente verdissimo! All'interno pero' c'è una sorpresa che fa fusion con il resto...che dite,lo accettano il mio raviolone?!
Come ho già detto piu' di una volta,quando faccio la pasta fresca,ottimizzo tempo e formati,cosi' con le dosi sotto riportate ho realizzato 11 ravioloni e 500 gr di pasta che ho fatto in due formati e che troverete nei prossimi post.
Di solito i ravioli li faccio cosi',alla mia vecchia maniera,come mi hanno insegnato mia nonna Cornelia e mia mamma Romilda....un giorno vi elenchero' tutti i nomi strani dei miei parenti e allora si che ne leggerete delle belle! Ma questa volta ho voluto inaugurare un utensile che mi hanno regalato,tra le altre tante cose,i nostri amici Marco e Cristina a Natale, appunto questo forma ravioli,che ho in tre formati.Ho iniziato con quello piu' facile,quello piu' grosso,per gli altri ci organizzeremo!
Anche con questo forma ravioli è veloce realizzarli e anche divertente,anche se pero',nella mia vecchia maniera,mi sembra che sappiano piu' di casa,di vecchi sapori e vecchie tradizioni tramandate. ogni movimento ha un suo perchè,che ti riporta indietro nel tempo...

Ingredienti
2 uova
400 gr di farina
200 gr di spinaci freschi
sale q.b.
alga
100 gr di taleggio

Esecuzione
Lavate accuratamente gli spinaci e metteteli in una pentola senza scolarli dall'acqua. Fateli cuocere per pochi minuti fino a quando saranno teneri. Frullateli e tenetene da parte 100 gr che utilizzerete per fare i ravioli.
Gli altri 100 gr mescolateli insieme al taleggio tagliato a pezzettini.
Versate la farina sul piano di lavoro e fate la fontana al centro.Sgusciate le uova,un pizzico di sale e con l'aiuto di una forchetta mescolate,raccogliendo pian piano la farina. Aggiungete gli spinaci frullati e amalgamate bene fino a formare un panetto elastico.
Coprite con un canovaccio e lasciate riposare 15/20 minuti.
Stendete la pasta con il mattarello,o con la macchina per la pasta.

Procedete alla creazione dei ravioloni seguendo le istruzioni : con lo stampo create la base rotonda del raviolo,con una forbice ritagliate dall'alga un cerchio grande quanto la pasta,adagiatelo sulla pasta,mettete al centro il ripieno di spinaci e taleggio,richiudete lo stampo facendo pressione,riapritelo e togliete il raviolo cosi' ottenuto.

e questo è il magnifico ripieno!


con questa ricetta partecipo al contest


6 commenti:

  1. bello quell'aggegino per il raviolone!!! guarda che anche questo piatto è perfetto, verde e fusion allo stesso tempo, Brava ragazza!
    Buon pomeriggio, Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per la ragazza!!!! ahahah ciaooooo

      Elimina
  2. Ciao Antonella, sei proprio una fucina di idee!!!!! bravissima!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e dai....si fa quel che si puo'!!! grazieeeee

      Elimina
  3. Ma sai che mi stai davvero incuriosendo con questo uso dell'alga...Comunque anche questi ravioloni ciccioni hanno davvero un'aria appetitosa!!
    Ciao!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah!!! son proprio ciccioni! Sai ero incerta su come e se usarla invece da quel certo non so che...:-)

      Elimina