lunedì 19 novembre 2012

Torta della nonna con crema pasticcera e pinoli



....O piu' precisamente Torta della nonna di Clay...non nel senso che è della sua nonna ma...andiamo con ordine perchè altrimenti si fa una confusione tremenda!!
Innanzi tutto questa torta è nata per sbaglio, da un errore,ma se tutti gli errori portano questi risultati allora...sono contenta di aver sbagliato e di sbagliare in futuro!
Sabato sera ero ospite da mio fratello,che per la quarta volta ha voluto che gli facessi i cannoncini con la crema pasticcera (evidentemente gli son proprio piaciuti o no?).
Sabato mattina mi sveglio all'alba e comincio con la preparazione della crema pasticcera,in grande quantità perchè i cannoncini li volevano assaggiare anche i miei colleghi lunedi mattina.Comincio con la preparazione ,uova,zucchero e farina...noooooo...non ho la farina bianca! Ho tutti i tipi di farina ma non quella. Allora vedo il pacchetto della farina di manitoba....primo sbaglio!! Mai, penso sia per questo motivo, e poi mai utilizzare la manitoba per la crema pasticcera!Non si addensava come la volta precedente,uff...che nervi,rimaneva si soda ma non bella compatta .L'ho lasciata al freddo gelido sul balcone fino a sera e si era addensata ,ma non come volevo io!! Allora visto che i cannoncini li avevo preparati,ho utilizzato lo stesso la crema per riempirli (30 cannoncini!) che sono stati divorati e l'altra crema l'ho lasciata nella sacca da pasticcere nel frigo,magari si rapprende ancora di piu,ho pensato......
Bè insomma, per farla breve, i cannoncini non mi sono fidata a farli perchè  nel tragitto in pulmann avrebbero fatto sicuramente una brutta fine e allora mi sono detta "con tutta questa bella crema perchè non provare a  fare la torta della nonna che fa la Clay? Mi ero sempre ripromessa negli anni di provarci,ma non mi ero mai decisa ,e adesso era l'occasione giusta per cimentarmi in questo delizioso dolce!
Allora , innanzi tutto chi è la Clay? E' Claudia,la nostra amica supercuoca dell'Hotel che gestisce insieme a tutta la famiglia a Marebello e se non lo conoscete vi invito a curiosare intanto qui e poi a verificare di persona perchè veramente ne vale la pena passarci le vostre vacanze . La Clay sforna ogni mattina delle torte sublimi tra le quali appunto questa. Va da sè che poi a raffica arrivano le meringhe,la crema fritta ecc...
Questa è la sua torta,quella che ci ha regalato il giorno della partenza,per rendere meno traumatico il rientro e piu' dolce il viaggio di ritorno verso casa:


E quella in alto è la mia versione. Bè,devo dire che pero' mi è proprio venuta bene per essere la prima volta che ci provavo e man mano che si diffondeva il profumo per la casa il mio pensiero ritornava al mare,alle vacanze , ai nostri amici romagnoli!
Ovvio che quella di Clay ha un aspetto piu' perfetto della mia ma sono sicura che apprezzerebbe anche la mia versione!
Morale della favola,da una crema "sbagliata" è nata una torta fantastica,che i miei colleghi stamattina hanno apprezzato alla grande facendomi tanti complimenti che mi hanno fatto moooolto piacere e dicendomi che sembrava "...quelle torte che si vedono in pasticceria...quelle famose....e poi,che dopo il Ciambellone alla frutta questa è la migliore....bè, che cari vero?! E comunque non è che si sono dimenticati dei cannoncini!!! Ahahaha
E ora veniamo alla ricetta....le dosi sono quelle originali sue...da Hotel...voi potete sempre ridimensionarle , anche se ad essere sincere non è poi cosi esagerata anzi....è già finita....

Ingredienti
    3 tuorli
300 gr di farina
150 gr di zucchero
150 gr di burro
1/2 bustina di lievito per dolci
zucchero a velo q.b.

10 tuorli
  1 lt. di latte
300 gr di zucchero
100 gr di farina

Esecuzione
Preparate la crema pasticcera: sbattete i tuorli con lo zucchero,aggiungete la farina poco per volta, il latte tiepido e mescolate fino a quando si sarà addensata.
Preparate la frolla: sbattete i tuorli con lo zucchero,aggiungete il burro ammorbidito,la farina alla quale avrete aggiunto il lievito. Impastate con le mani fino ad ottenere un panetto compatto (foto 1) . Stendetelo in una pirofila coperta con carta da forno (per facilitare poi l'uscita della torta (foto 2)lasciandone da parte un po' di pasta per la decorazione (facoltativo). Versate la crema pasticcera sulla base della torta e aggiungete i pinoli (foto 3) . Mettete la pasta che avete tenuto da parte in uno schiacciapatate e schiacciate a caso sopra la crema (foto 4) Infornate a 180° per 30 minuti fino a quando la superficie risulterà dorata.
Togliete la torta dalla pirofila,sfilatela dalla carta forno e quando è fredda spolverizzatela con lo zucchero a velo.

Inutile dirlo che questa torta la dedico ai miei amici romagnoli !!!!


Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento