martedì 6 novembre 2012

Lasagne di panissa

Quando una apre la dispensa e si trova di fronte un sacchetto di farina di ceci,che non è stato da lei acquistato, ma dal marito solerte sempre in cerca di sapori e ricette nuove...che pensa? Ma cosa gli è ventuo in mente? Che ci faccio adesso? Una bella farinata?...uhm...non ho la pentola e il forno adatti...ed ecco allora che viene in soccorso l'appuntamento con Quanti modi di fare e rifare che ci vede sincronizzate puntualmente alle 08.00 del 6 di ogni mese,a pubblicare le nostre creazioni. Per fortuna esiste l'opzione per programmare l'uscita a quell'ora,perchè alle 8 io sono al lavoro, in altre faccende affaccendata!
Ed ecco che la mia farina di ceci puo' essere utilizzata per fare una deliziosa panissa.Sinceramente ne cosnoscevo l'esistenza ma non il gusto, e poi ho scoperto anche che c'è una panissa ligure e una piemontese...quella ligure è quella proposta dalla nostra amica cuoca di Nanocucina, mentre quella piemontese non ha niente a che vedere con la farina di ceci, ma è un piatto a base di riso, molto diffuso nel vercellese e nel novarese. Una volta veniva utilizzato il panigo,(con l'accento sulla i...) da cui il nome panissa ,una varietà povera di miglio,prima che si diffondesse l'uso del riso. E un'altra cosa mi viene in mente...magari non c'entra pero' se è vero? Chi di voi non ha avuto dei canarini? Mi ricordo che quando si andava al mercato a fare la spesa si compravano l'osso di seppia e poi le spighe di panigo che nient'altro erano che lunghi steli con attaccati tutti questi semini rotondi , che i canarini mangiavano con voracità....
Ora lasciamo da parte i ricordi e arriviamo al dunque della ricetta che devo dire,  mi ha proprio stupito e conquistato...una lasagna insolita e molto gustosa!

Ingredienti
per la panissa
150 g di farina di ceci
500 ml d’acqua tiepida
sale
poco olio extravergine di oliva Dante
per il condimento
1 broccolo
1 spicchio d’aglio
2 acciughe sott’olio
peperoncino qb
per la besciamelle
400 ml di latte intero
1 cucchiaio e mezzo di farina 00
sale
30/35 g di pecorino romano grattugiato

Esecuzione
Preparate la panissa: in una pentola antiaderente stemperate la farina di ceci con due cucchiai di olio extravergine di oliva  e l’acqua tiepida, versandola poco alla volta e mischiando bene perché non si formino grumi. Accendete la fiamma al minimo e fate cuocere la panissa per una mezz’ora. Mescolate ininterrottamente e vigorosamente, stando bene attenti che non si attacchi (foto 1).
Una volta pronta versatela in un contenitore rettangolare leggermente unto, lasciatela intiepidire (io sul balcone protetta dal coprivivande  di GP & me e tagliatela a fettine sottili, (cercando di non mangiarne metà durante l’operazione.....) (foto 2)
Nel frattempo lavate e cimate il broccolo e scottatelo 5/10 minuti in acqua bollente. Scolatelo bene, lasciatelo asciugare qualche minuto, tritatelo grossolanamente e soffriggetelo in padella con l’olio, il peperoncino, l’aglio schiacciato e i due filetti di acciuga.
Preparate la besciamelle: mischiate la farina con poco latte, battete bene con le fruste e aggiungete il resto degli ingredienti tranne il pecorino. Fate cuocere a fuoco lento fino a raggiungere la consistenza desiderata (non troppo densa, in questo caso). Spegnete e aggiungete il formaggio grattugiato, lasciandone da parte un paio di cucchiai (foto 3)
Rivestite con uno strato di panissa una pirofila leggermente unta delle dimensioni di circa 21×16 cm, cospargete con qualche cucchiaio di broccoli, dai quali avrete eliminato l’aglio, distribuendoli bene, e ricoprite con metà besciamelle. Formate un secondo strato, cospargete di pecorino, aggiungete qualche fiocco di burro e informate in forno preriscaldato a 200° per una quarantina di minuti, o finché la superficie non sarà dorata (foto 4)
Servite BOLLENTE.



con questa ricetta partecipo all'appuntamento mensile di

21 commenti:

  1. Ciao Antonella, bella anche la tua versione, è stata proprio una bella novità fare le lasagne di panissa.
    Vole dirti che l'orologio del tuo computer non va bene. La pubblicazione è avvenuta poco fa, alle 14:35, peccato!!! Sarebbe stato bello pubblicare tutte alle 8:00, sarebbe stato un bellissimo colpo d'occhio vedere il blogroll della Cuochina.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti mi sono accorta adesso!!! io l'ho programmato per le 8!!! cosa devo fare???? :-((((

      Elimina
  2. Buongiorno cara Antonella
    Che meraviglia...anche stamattina, nelle cucine delle mie amate Cuochine si sono diffusi aromi invianti e golosi! Grazie per averci preparato questa stupenda versione delle lasagne di panissa!
    A ritrovarci il 6 di dicembre con i “Mostaccioli napoletani”!
    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  3. Ma ciao Anto, quindi tuo marito fa questi acquisti azzardati? ah ah, io mio no, non saprei proprio come sarebbe la mia vita con un marito diverso :-D Baci baci

    RispondiElimina
  4. ahahah!!!! Stellina!!! ti aspetto per il lievito madre!!! ciaooo

    RispondiElimina
  5. favolosa queste lasagne vero? sono proprio da fare e rifare e che graziosa la tua presentazione. un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ciao Antonella, sto ritrovando un sacco di amiche con questo gioco del fare e rifare! Bella la tua interpretazione, complimenti, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si hai ragione!!! ciao e alla prossima!!!

      Elimina
  7. hai detto proprio bene, una lasagna insolita e gustosa. Ho gradito molto l'idea, il sapore il profumo. Bellissime foto, brava :)

    RispondiElimina
  8. Ciao Antonella, veramente buone queste lasagne!
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. direi proprio di si...molto insolite!!buona serata anche a te!

      Elimina
  9. Ciao Antolnella!
    Favolosa ricettina! Anche a noi è piaciuta un sacco!
    Alla prossima!

    RispondiElimina
  10. Bellissima la tua panissa così pasticciata...la besciamella che cola è una delle cose più golose, non trovi? un bacione elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. golosisssima!!!! ahahaha ciao Elena! quando ci incontriamo?

      Elimina
  11. ciao Antonella,
    che bella presentazione!! La ciotolina racconta gli ingredienti!!
    Sei sempre Bravissima..lo sai che noi apine ignoranti non conoscevamo la panissa!!?!
    Un bacio e a presto dalle 4 apine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha...indizi...indizi... ciao apine!!!

      Elimina
  12. in quella colata di besciamella ci affonderei la faccia, troppo golosa!

    RispondiElimina