Cookie

Questo sito utilizza i COOKIE per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei COOKIE.
Per maggiori informazioni e su come rimuoverli consultare la nostra politica sui COOKIE.

Privacy Policy

domenica 30 settembre 2012

Crostata cioccolato e pere


Stupenda commedia con attori che adoro e che tutte le volte che la trasmettono la guardo perchè è troppo forte ! Come non sorridere guardando Renée Zellweger, Colin Firth, Hugh Grant impegnati in scene dai tratti esilaranti e a volte "imbarazzanti" ....


Bridget Jones è una trentenne frustrata, sovrappeso, un po' troppo incline al fumo, all'alcool e alle figuracce, con tre migliori amici (Jude, Shazzer e Tom) single come lei. È invaghita del suo capo al lavoro, Daniel Cleaver, brillante e donnaiolo.
Bellissima la scena dove Bridget,nel suo pigiamone intero rosso canta la stupenda canzone All by Myself scritta ed eseguita da Eric Carmen nel 1975. ( Il brano prende in prestito integralmente il secondo movimento (Adagio Sostenuto) del Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 di Sergei Rachmaninoff, che Carmen credeva fosse di pubblico dominio. Solo dopo la pubblicazione del disco Carmen scoprì la verità e, per evitare una causa, dovette trovare un accordo con i Rachmaninoff)
Il giorno di Capodanno viene invitata, come ogni anno, al buffet freddo a base di tacchino al curry di sua madre, che tenta in ogni modo di accasarla con "un noiosone di mezza età con i capelli a cespuglio". È così che fa la conoscenza di Mark Darcy, un avvocato divorziato , che si mostra altezzoso e scostante nei suoi confronti che la definisce una zitella con incontinenza verbale che fuma come un camino beve un pesce e si veste come sua madre. Lei nel suo abito che definisce un tappeto, dopo che la mamma l'ha accolta in casa e invitata a cambiarsi perchè sembrava scappata da Auschwitz, e lui nel suo maglione confezionato a mano con un'enorme testa di renna sul davanti...Le sue parole spingono però Bridget a ragionare, e decide di riprendere in mano la sua vita cominciando un diario in cui scrivere tutta la verità su di sé e riproporsi di cambiare.
L'anno comincia nondimeno con la solita routine, fin quando non prende a scambiarsi messaggi in ufficio con Daniel, prima per caso, poi sempre più di frequente. Alla presentazione di La Moto di Kafka , dove con grande imbarazzo presenta il libro e continua ad avere nella mente l'autore " il signor fissatette" , Bridget rincontra Mark e riesce ad avere una cena con Daniel in persona, durante la quale quest'ultimo le rivela di essere stato il testimone di nozze di Mark, suo amico dai tempi di Cambridge, e che il loro legame si è infranto quando Mark è stato a letto con la fidanzata di Daniel. La serata si conclude nel migliore dei modi e Bridget e Daniel instaurano una relazione.
Quella poi dove si reca al party col costume da coniglietta di playboy è imbarazzantissima povera!.....e ritornando a casa si reca da Daniel e scopre che  la tradisce con Lara, una sua collega americana. Di primo acchito si dispera, ingrassa, dopodiché decide di non farsi distruggere da lui e cerca lavoro ottenendo un posto in televisione e affrontando Daniel a testa alta.
La scena di lei che scende dal palo dei pompieri mettendo in mostra ul suo sedere nudo è isilarante!
Nel frattempo, ad una cena di coppie felicemente sposate, Mark fa un'inaspettata dichiarazione a Bridget, affermando di essere attratto da lei "così com'è". Anche questa volta riesce a far riflettere molto Bridget, che inizia a cambiare opinione su di lui. Anche grazie a Mark riesce ad ottenere una vittoria importante sul lavoro, nell'intervistare Kafir Aghani ed Eleanor Eeney, marito e moglie in lotta per far valere i diritti di lui, un curdo che rischiava la morte se fosse stata accolta la richiesta della propria estradizione dal Regno Unito.
Bridget decide di festeggiare organizzando una cena con i suoi amici, lo stesso giorno del suo compleanno, alla quale per una serie di circostanze partecipa anche Mark. Le cose tra i due sembrano andare per il verso giusto, finché non compare Daniel per scusarsi con Bridget e dirle di non averla mai dimenticata. Si scatena un litigio tra i due uomini che culmina con un'aperta rissa per le strade. Bridget si infuria con Mark, ma rivela a Daniel di star ancora cercando qualcuno migliore di lui e non intende riprendere la loro storia.
Più tardi la donna viene a sapere che in realtà è stato Daniel ad andare a letto con l'ormai ex moglie di Mark, così Bridget fa irruzione durante una festa a casa dei coniugi Darcy per porgere le sue scuse a Mark e dirgli che lui le piace "così com'è", alla stessa maniera in cui lo aveva detto Mark in passato. Lui però deve partire per gli Stati Uniti, e lascia Bridget col cuore spezzato.
Gli amici di lei cercano di tirarla su organizzando un weekend a Parigi, ma quando Bridget sta per andarsene si presenta Mark, tornato dagli Stati Uniti solo per lei. Quando i due salgono a casa di lei e Bridget lo lascia un attimo da solo, Mark finisce per leggere il diario della protagonista, dove trova una serie di invettive contro di lui scritte da Bridget nel passato. Mark va via dall'abitazione e non appena se ne rende conto Bridget lo insegue, incurante di essere praticamente in mutande, per implorarlo di tornare... e scopre che lui stava soltanto andando a comprarle un diario nuovo, per cominciare una nuova pagina insieme, e alla fine si baciano,sotto la neve....

Una curiosità...Nel villaggio di Snowshill nel Worcestershire, i vicoli e le fattorie inglesi sono state utilizzate per rappresentare il set dove sorge l'abitazione dei genitori di Bridget . In questa città gli attori e i tecnici trascorsero quattro giornate non solo per girare le scene in questione, ma anche per trasformare l'ambiente circostante in base al passare delle stagioni.
Pertanto, le case e i loro giardini dovevano passare dall'estate più calda all'inverno più freddo in poche ore. Per trasformare il villaggio di Snowshill in un set invernale, a metà del mese di luglio, la troupe ha potato alberi e fiori, installato abeti, Babbo Natale e luci di Natale sulle case, e coperto il suolo con la neve. Questa trasformazione fu messa in scena anche in alcune strade di Londra che, per trasmettere l'idea del cambiamento di stagione, dovevano essere coperte di neve
Perchè questa torta goduriosa? Perchè la vedo bene, gustata e finita un boccone dopo l'altro dalla fantastica Bridget, alla faccia dei chili di troppo , con il sottofondo di All my byself....
Bridget la mangerà virtualmente...chi la divorerà davvero saranno domani i colleghi d'ufficio...una sorpresa per iniziare bene la settimana e il mese.... ma non ditelo!!!!
e ora la ricetta !

Ingredienti
150  gr di farina
  75  gr di zucchero
  50  gr olio extravergine di oliva Dante
1 uovo
1 bustina di vanillina
1/2 cucchiaino di lievito

30 gr di zucchero
25 gr di farina
80 gr di cioccolato amaro
  2 cucchiai di panna
  2 pere
  1 uovo

Esecuzione
Sbattete lo zucchero e l' uovo. Aggiungete l'olio . Versate la farina nella quale avrete aggiunto la vanillina e il lievito. Mescolate bene e formate una palla. Lasciatela in frigorifero per 20 minuti ( o per il tempo necessario per preparare il ripieno).
Mescolate l'uovo con lo zucchero, aggiungete il cacao , la farina , la panna e la pera tagliata a dadini.
Stendete la frolla ottenuta in uno stampo coperto da carta da forno, adagiate la pera tagliata a dadini e versate l'impasto. Decorate con le listarelle di frolla e infornare a 180° per 30/40 minuti.

 p.s.....la pera...mettetela tutta nell'impasto...non come me che dopo aver infornato la crostata me la sono ritrovata metà ancora nel piatto....uff....

con questo contest partecipo al contest

5 commenti:

  1. ...e lunedì pranzo leggero. La schiscetta piange ma il dolce colmerà il vuoto. Un abbraccio Glo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma come fai a sapere che è per voi???? ahahah.....

      Elimina
  2. Azzeccattissimo questo abbinamento! La crostata e'
    Briosa e genuina come Bridget:-)

    RispondiElimina
  3. Maremma che meraviglia di dolce. Farei salti mortali per una fetta. Questo è un film troppo spassoso. Non smetto di rileggere il libro né di perdermelo ogni qualvolta lo passano in tivù. La scelta degli attori è perfetta e non c'è dialogo che non faccia piegare in due. Grazie per avere partecipato ad entrambe le categorie, questo mi dice che ti sei divertita a giocare. Un grandissimo in bocca al lupo e un forte abbraccio. A presto, Pat

    RispondiElimina