Cookie

Questo sito utilizza i COOKIE per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei COOKIE.
Per maggiori informazioni e su come rimuoverli consultare la nostra politica sui COOKIE.

Privacy Policy

domenica 23 febbraio 2014

Strudel di mele con frutta secca e crema pasticciera mandorlata



 Dopo il mio primo e unico, cosi pensavo, Strudel, eccomi qua, con la mia seconda, ma davvero ultima, lo posso confermare con certezza, proposta per l'Mtc. Cosi' Mari del blog Lasagnapazza, colei che ha lanciato questa sfida, potrà stare tranquilla, almeno per quanto mi riguarda!!
Mi sarebbe piaciuto provare altre varianti, questo dolce lo preparo abbastanza spesso, nella versione tradizionale, ma proprio non ho avuto tempo.
Complice anche un viaggio in quel di Dortmund, Düsseldorf e Colonia per seguire il marito in tourne, ho riposto "malvolentieri" gli attrezzi da cucina e....ho dovuto rilassarmi!
Quando riuscivo a collegarmi vedevo le fotografie di tutti gli strudel che facevano le mie amiche,mi dicevo seeee già, mi ritiro, anche se poi avevo una voglia matta di cucinare! Mica potevo prendere in prestito la cucina dell'hotel¨! Vi immaginate??!! Cosi' il mio è stato un riposo forzato: niente lavoro, niente mestieri di casa, niente spignattare....non che la cosa sia stata poi cosi' negativa,anzi!!
Abbiamo girato e rigirato per la città nei momenti liberi e visto le attrazioni del luogo, ho riposato e girato per negozi mentre lui provava, abbiamo mangiato nei locali tipici, e in un ristorante gestito da italiani che faceva delle lasagne e della pasta da urlo! Ho assistito ad un bellissimo concerto.
Ho staccato per un poco la spina da tutti i problemi che ho lasciato a casa, anche se a dire il vero, cercavo si di rilassare la mente, ma poi ovviamente il pensiero tornava da dove era partito.
Un altro momento che mi ha ritemprato sono stati il rito della colazione e il suo relax...scendere nella sala ancora semivuota, dare uno sguardo al buffet ricco, servirmi di ogni cosa pronta, scrutare dalle grande finestre il cielo plumbeo che a volte si apriva lasciando spazio al colore azzurro, salutare gli altri clienti vicini di tavolo, che davano uno sguardo alla mia colazione, che durava ben un'ora, e mangiavo veramente di tutto!
Uova e pancetta, formaggi misti accompagnati da gelatine di frutta, salmone con salsa al rafano, pane tostato, yogurt con cereali o semi misti, frutta fresca, pane burro e marmellata, brioche, succo di frutta, cappuccino, perchè il caffè era imbevibile, ed ero pronta ad affrontare la fredda giornata tedesca.
E ora che sono tornata alla solita vita, devo confessare che un po' mi manca il dolcefarniente!
La solita vita che mi ha subito fagogitato nei suoi frenetici ritmi. Ma oggi, ho trovato un briciolo di tempo per realizzare questa proposta, che avevo in mente già da tempo, e che non pensavo nemmeno di riuscire a realizzare.
Complici le brutte ma buone mele che mi ha portato mia mamma dalla Valtellina....che non potevano che finire o in una torta di mele o in uno strudel!
E come variante ho aggiunto un bel po' di frutta secca, che al primo morso crea contrasto con il morbido delle mele profumate di cannella.
Anche per la crema pasticciera ho fatto una variante....ho usato anche la farina di mandorle e direi che il risultato è stato positivo.....strudel già dimezzato, "ma si puo' mangiare o devi fare le foto?" ma che domande che fanno, come se non lo sapessero!!!! anche se al primo morso è uscito un ..."ma c'è la frutta secca e le banane...ma lo strudel va fatto con le mele!!!" Insomma, prima fanno i difficili e poi.....

 Ingredienti
per la sfoglia
150 g di farina 00
100 ml di acqua
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 pizzico di sale

per il ripieno
700 g di mele
3 cucchiai di rum
50 g di pangrattato
30 g di burro
noci,nocciole,mandorle,uva passa,banane disidratate,fichi secchi,datteri q.b.
la scorza di ½ limone grattugiata
1 cucchiaino di cannella in polvere
20 g di burro fuso per spennellare la sfoglia
zucchero a velo a piacere per la superficie

per la crema pasticciera mandorlata
500 ml di latte
  4 tuorli
50 g di zucchero semolato
25 g di farina bianca
25 g di farina di mandorle
½ baccello di vaniglia

Preparate l’impasto per la sfoglia.
Scaldate l’acqua, deve essere abbastanza calda ma non bollente. Setacciate la farina in un recipiente, aggiungete il sale e l’olio e versate a mano a mano l’acqua calda mescolando. Quando la farina avrà assorbito tutta l’acqua, togliete l’impasto dal recipiente e cominciate a lavorarlo con le mani su una spianatoia per un paio di minuti, fino ad ottenere un impasto morbido, quasi appiccicoso ma che comunque non resta attaccato alla spianatoia o alle dita. Mettete l’impasto a riposare, coperto da un panno umido o da una pellicola, per circa mezz’ora. Nel frattempo accendete il forno e portatelo alla temperatura di 180°C, modalità statica.

Preparate il ripieno.
Fate sciogliere in un tegame il burro e poi fatevi rosolare il pangrattato fino a farlo dorare (attenzione, basta un attimo per passare dallo stadio della doratura a quello della bruciatura). Spegnete il fuoco, versate il pane in un recipiente, fatelo leggermente raffreddare, quindi aggiungete la scorza del limone grattugiata, la cannella e mettete il composto da parte.
Lavate sotto l’acqua corrente le mele,tagliatele con l'apposito attrezzo o con un coltello a spicchi e poi a pezzetti.

prendete la frutta secca e tagliate i fichi a pezzetti,togliete il nocciolo ai datteri,tagliate le mandorle a pezzetti (o lasciatele anche intere se preferite),lasciate intere le nocciole e le banane essiccate e mettete a bagno l'uvetta con il rum



Stendete la sfoglia.
Mettete una tovaglia pulita (possibilmente lavata con sapone neutro e ben sciacquata), di lino o di cotone, sopra a un tavolo. Infarinate leggermente la tovaglia, prendete l’impasto e cominciate ad appiattirlo con le mani sopra alla tovaglia, quindi spianatelo aiutandovi con un mattarello. Quando la sfoglia comincerà ad essere abbastanza sottile mettete da parte il mattarello, sollevate la sfoglia dal tavolo aiutandovi con le mani e, tenendola con le nocche nella parte sottostante, cominciate a tirarla verso l’esterno facendola girare ogni tanto e facendo attenzione che non si rompa. La sfoglia deve diventare praticamente trasparente. Riponetela nuovamente sulla tovaglia, dovreste aver ottenuto una sfoglia quadrata di circa cinquanta centimetri per lato. Siccome i bordi saranno rimasti un po’ più spessi, passate con le dita lungo tutta l’estremità della sfoglia tirando la pasta per assottigliarla.


Disponete sulla sfoglia il composto di pangrattato, quindi sopra ad esso il ripieno di mele, lasciando liberi circa due centimetri di bordo.



A questo punto, aiutandovi con la tovaglia, cominciate a sollevare la sfoglia per arrotolarla sul ripieno. Fate fare un paio di giri, quindi ripiegate anche i due lembi esterni e continuate ad arrotolare fino alla fine.


Riponete la sfoglia in una teglia precedentemente imburrata, spennellate la superficie della sfoglia con il burro fuso e mettete a cuocere.

Ci vorranno circa trenta/quaranta minuti, ma siccome la cottura dipende molto dal forno, fate attenzione perché la sfoglia non deve diventare troppo scura bensì deve rimanere dorata.
Togliete la teglia dal forno e fate raffreddare lo strudel.


Preparate la crema pasticciera mettendo in una casseruola i tuorli, lo zucchero.. Mescolate bene il composto aggiungete le due farine e versatevi il latte freddo a filo sempre mescolando. Ponete la casseruola sul fuoco e mescolate fino a che la crema avrà preso consistenza, quindi spegnete il fuoco, aggiungete la vaniglia e fate raffreddare la crema ricoprendola con della pellicola per evitare che si formi la pellicina sulla superficie.

Una volta raffreddato, spolverate lo strudel con lo zucchero a velo, tagliatelo a fette e servitelo con la crema pasticciera





con questa ricetta partecipo al contest




8 commenti:

  1. Buongiorno Antonella!

    Abbiamo visto che hai tantissime deliziose ricette nel blog! Vogliamo presentarti il sito Ricercadiricette.it, dove gli utenti possono cercare tra oltre 230000 ricette che appartengono a siti web e blog in italiano. Abbiamo anche creato il Top blogs di ricette, dove puoi trovare tutti i blog che ci sono già aggiunti. Puoi anche aggiungere il tuo blog all’elenco! Noi indicizziamo le tue ricette e gli utenti le potranno trovare usando il nostro motore di ricerca. E tutto su Ricercadiricette.it è gratuito!

    Ricercadiricette.it ha diversi siti fratelli in Svezia, Spagna, Francia, Stati Uniti e in tanti altri paesi. Vuoi diventare un membro di questa grande famiglia?

    Restiamo a tua disposizione!
    Andreu
    Ricercadiricette.it

    RispondiElimina
  2. bellissima versione...e le banane disidratate mi piacciono tantissimo....complimenti!

    RispondiElimina
  3. Strudel ricco come e' bello e chissà che buonoooo !!!!
    Un bacione :-))

    RispondiElimina
  4. Carissima Antonella, mi ha fatto un enorme piacere che nonostante il periodo passato in vacanza (beata te, che bello deve essere stato) tu sia riuscita a preparare un altro strudel (e qualcosa mi dice che, nonostante i buoni propositi non sia l'ultimo :) ma poi ripasso con calma).
    Che dire di questo? Mi piace tantissimo, la sfoglia è perfetta, sottilissima, e il ripieno, con quel misto di frutta secca ed essicata è molto convincente, così come lo è la crema pasticciera arricchita con le mandorle. Bravissima e grazie per questa tua nuova proposta.
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato almeno un po' rigenerante. Forse hai ragione....non sarà l'ultimo! Dipende dal tempo.....grazie mille un abbraccio!

      Elimina
  5. hai visto che ce l'hai fatta? e anche se questa è una variazione sul tema (per inciso, a gara finita, avrei fatto anch'io così) direi che te la sei cavata alla grande. e sai che non ho mai fatto la crema pasticcera con la farina di mandorle? proverò! Grazie!

    RispondiElimina