Cookie

Questo sito utilizza i COOKIE per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei COOKIE.
Per maggiori informazioni e su come rimuoverli consultare la nostra politica sui COOKIE.

Privacy Policy

venerdì 5 aprile 2013

Panini dolci al latte



Sarà la fortuna del principiante,sarà che sono davvero veloci e facili da preparare,sarà quel che sarà,ma questi panini sono proprio riusciti una meraviglia!
Morbidissimi,dolci quanto basta,accompagnati da affettati...sono stati davvero divorati come antipasto per il pranzo pasquale che trovate qui.
E visto il risultato,la prossima festa o occasione sicuramente verranno sfornati ben volentieri!
Non mi sono azzardata a prepararli con il mio fantastico lievito madre per non rischiare nelle proprozioni,visto che era la prima volta.Ma il risultato è stato davvero eccellente anche con il lievito di birra tradizionale!...ecco la ricetta che ho trovato qua.

Ingredienti
500 gr farina di manitoba
  25 gr lievito di birra
  60 gr zucchero
    7 gr sale
300 ml latte
  50 gr burro

Esecuzione
Sbriciolate il lievito di birra in una ciotola, aggiungete due cucchiaini di zucchero e unite 100 ml di latte appena tiepido; mescolate per sciogliere i grumi e coprite la ciotola con un piattino, attendendo che sulla superficie del latte si formi una leggera schiuma. Nel frattempo scaldate appena il resto del latte, unitevi lo zucchero restante, il burro fuso e il sale, quindi mescolate bene per sciogliere il tutto.
Nella planetaria o in una ciotola capiente versate la farina, il composto di latte e il lievito che nel frattempo avrà formato la schiuma .Amalgamate fino a a che l'impasto sarà incordatoper almeno 15 minuti
Ponete l'impasto in una capiente ciotola e copritelo con un panno leggermente umido; mettetelo a lievitare in un ambiente tiepido e senza correnti d’aria per almeno due ore: la pasta deve raddoppiare il suo volume (foto 1)

 Quando la pasta sarà lievitata, toglietela dalla ciotola e formate un salsicciotto e dal filone di impasto ricaverete tanti pezzetti del peso di circa 30 gr ciascuno con i quali formerete delle palline che adagerete su di una teglia foderata con carta forno. Per formare i panini non dovrete prendere il singolo pezzetto di pasta e formare una palla con movimento rotatorio dei palmi delle mani (come per fare una polpetta), perchè i panini non risulterebbero lisci, ma pieni di grinze. Dovrete invece lavorare il singolo pezzetto di impasto prendendolo con le dita delle due mani, tirare i bordi della pasta verso il basso e spingerla con i pollici alla base, premendola poi per saldarla (foto 2).  Così facendo, porterete le increspature alla base della panino e la sua superficie risulterà liscia; la successiva lievitazione attenuerà tutte le increspature sottostanti. Spennellate i panini ottenuti con del latte tiepido e lasciateli lievitare per almeno mezz’ora in un posto tiepido e privo di correnti d'aria.
Nel frattempo accendete il forno a 220° e quando i panini saranno nuovamente lievitati, spennellateli con l’uovo sbattuto (foto 3) e infornateli per circa 18 minuti. Quando si saranno imbruniti, estraete i panini dal forno e lasciateli raffreddare.

Serviti su vassoio tondo in foglia di Palma di Ecobioshopping










2 commenti:

  1. Devono essere veramente buonissimi! Non ho la planetaria, ma solo una frusta elettrica; che dici, può andare bene lo stesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si...la forza dovresti avercela!!! :-)

      Elimina