Cookie

Questo sito utilizza i COOKIE per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei COOKIE.
Per maggiori informazioni e su come rimuoverli consultare la nostra politica sui COOKIE.

Privacy Policy

venerdì 21 dicembre 2012

Le casette di panpepato



Stavo preparando i biscotti di panpepato,quando un punto interrogativo,stile fumetto,è apparso all'improvviso sulla mia testa....ma io la casetta di panpepato che ho "edificato" lo scorso Natale mica l'ho pubblicata!!!! Ussignur che testa! L'avevo preparata per l'uscita natalizia della rivista Open Kitchen Magazine e poi mi son proprio scordata di pubblicarla! Corro subito ai ripari e ve la mostro ora,anche perchè siamo in piena atmosfera natalizia e fervono i preparativi ,cosi se volete cimentarvi anche voi,siete ancora in tempo! Armatevi di buona volontà,pazienza,creatività,con i vostri bimbi o da sole...non è difficile,occorre solo pianificare bene i tempi e poi sarete entusiaste della vostra creazione. Io ho scoperto da pochissimo che esistono degli stampi in silicone con la forma della casetta,ma secondo me è divertente e originale ritagliare le forme dal cartoncino...magari saranno meno perfette , ma molto piu' personalizzate! Se volete altri "vecchi" spunti per realizzare le vostre creazioni,sfogliate questa rivista ....ma cercate e sfogliate anche il nuovo numero che abbiamo creato per voi e vi stupirete di quante belle ricette e idee per rallegrare la vostra tavola delle feste,potete trovare!

Ingredienti per due casette
(L’impasto va lasciato riposare per 24/48 ore.La decorazione richiede un altro giorno per l’asciugatura della glassa quindi regolatevi di conseguenza per la preparazione del dolce)

400 gr farina bianca
  80 gr. Zucchero a velo
100 gr miele
3/4 di un cucchiaino di bicarbonato
   1 cucchiaino di cannella in polvere
   1 cucchiaino di zenzero in polvere
   1 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
 50 ml acqua
  1/2 bustina di lievito per dolci
Fecola di patate q.b.

Per la decorazione:
confettini colorati,mash mallows, o altri decori a piacere

Per la glassa:
200  gr zucchero a velo
   1  albume
1/2  limone

 Dimensioni delle casette da ritagliare su un cartoncino o foglio di carta.
4 pezzi di 10 cm x 9 cm per il tetto
4 pezzi di 8 cm x 4 cm per i lati
4 pezzi di 9 cm di base x 4 cm. x 11 cm per il fronte casa

Esecuzione

Versate la farina in una ciotola,aggiungete gli ingredienti “secchi”:  il lievito,lo zucchero a velo, il bicarbonato e le spezie. Mescolate tutti gli ingredienti
Aggiungete le uova, il miele e l’acqua sempre mescolando. Si dovrà ottenere un panetto morbido e un po’ appiccicoso. Formate una palla che andrete a infarinare leggermente con la fecola.
Ponete in un contenitore coperto con pellicola da cucina a temperatura ambiente per 24/48 h.
Trascorso il tempo,infarinate una spianatoia con la fecola e tirate una sfoglia non troppo sottile,dalla quale ricaverete le forme delle casette (foto 1)


Una volta tagliate le sagome ponete in forno preriscaldato a 170° per 5/10 minuti al massimo,il tempo che lieviti e il colore diventi dorato,altrimenti si secca troppo e sa di bruciato.
Lasciate raffreddare e nel frattempo preparate la glassa mescolando con le fruste lo zucchero a velo con l’albume e il succo del limone. Dovrete ottenere un composto sodo come per le meringhe. Mettete la glassa in una sacca da pasticciere e cominciate con la decorazione a piacere (foto 3 e 4). Lasciate asciugare anche per una giornata intera e dopo che è ben asciutta assemblate la casetta aiutandovi con la glassa che andrete a distribuire sui lati da “incollare” come se fosse cemento!
Per aiutarvi a sostenere le pareti mettete un bicchiere in mezzo alla casa e appoggiate le pareti (foto 5)Dovrete attendere che si rapprenda la glassa prima di posizionare il tetto (foto 6)


E’ piu’ facile a farsi che a dirsi. Con un po’ di pazienza e fantasia otterrete una casa decorata e profumata! Si puo’ conservare per alcuni giorni in scatole di latta….sempre che avanzi!
Buon Natale a tutti!

2 commenti:

  1. Che meraviglia Anto! Chissà se prima o poi nella mia vita troverò la pazienza di farla? Bacio bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente si!!!! è terapeutico sai!! :-) ahahaah

      Elimina