Cookie

Questo sito utilizza i COOKIE per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei COOKIE.
Per maggiori informazioni e su come rimuoverli consultare la nostra politica sui COOKIE.

Privacy Policy

mercoledì 16 ottobre 2013

Benedict's egg and the American breakfast.... togheter.....



...Once upon a time....e mi fermo qui, tranquilli! Non scrivero' il post in inglese,anche se sarebbe carino,per rimanere in tema con gli English muffin,the Benedict's egg e the American breakfast...ma già non ho tempo di fare quello che devo fare,figuriamoci scrivere un post in inglese!!
C'era una volta una testarda,che nonostante i mille impegni,e chi comunque non ne ha, e intoppi e quant'altro, e i momenti no e i momenti ni, nonostante tutto,si è messa in testa di fare un'altra volta queste benedette uova....eh si, perchè proprio non le piaceva come era riuscita la salsa olandese la volta precedente ....un po' impazzita,e poi aveva in mente un'altra versione,un po' "romantica".....
ecco,quella sono proprio io...

Avete presente il film d'animazione Lilly e il vagabondo? La scena dove Lilly e Biagio,dallo stesso piatto di pasta,guarda caso stanno mangiando lo stesso lungo spaghetto che diventa
inconsapevolmente galeotto del famoso bacio? Ecco,diciamo che mi sono ispirata a questo momento romantico,un solo English muffin da gustare insieme a mio marito.Solo che al posto del lungo spaghetto ci sono due morbidissime uova,una deliziosa salsa e croccante pancetta,accompagnate da una macedonia di fichi d'India,pere e albicocche caramellate,succo di fichi d'India e una tazza di caffè nero bollente e dei morbidissimi brownies....

Mi ricordo che i primi anni,appena sposati,e ne sono passati ben 27....si alzava alle 5 di mattina per andare fino a Torino,perchè suonava nell'Orchestra Sinfonica della Rai, e alle 5.30 si faceva colazione insieme,tovaglietta all'americana,caffelatte,biscotti o una torta....poi lui partiva e io me ne tornavo a letto. Finchè un giorno mi disse di non stare ad alzarmi cosi presto anche io tutte le mattine,ma di dormire tranquilla.E gli ho dato subito retta!! Ahaha!

E sinceramente anche ora non sempre riusciamo a fare colazione insieme tutti e tre. La famiglia della pubblicità,che tutte le mattine si alza pimpante,sprintosa,che fa colazione saltando giu' dal letto come una molla o anche no,ma sempre tutti insieme...bè,è proprio una pubblicità.Con gli orari differenti dei rispettivi lavori è un po' difficile colazionare insieme,a parte quando deve alzarsi presto per andare sempre a Torino,e allora sembriamo due amebe che si alzano dal letto,il primo che si alza fa la doccia fregando il posto all'altro,perchè a chi fa la doccia per ultimo gli tocca asciugare il vetro,mannaggia perchè lo abbiamo fatto di vetro liscio, vai a fare il caffè,apri la finestra per arieggiare la camera,corri a fare colazione,e mentre si veste,rifare il letto,finisce lui inizio io,chiudiamo la porta alle spalle,ciao ciao bacio ,buona giornata e via....uno di qua e uno di là,e ci si rivede piu' tardi,pomeriggio o sera,
dipende,e magari si cena tutti e tre insieme,sempre che non ci siano prove o concerti in ballo....
 
Mentre quando faccio colazione da sola,alzo la tapparella della cucina e guardo fuori,mentre attendo che il latte si scaldi,e i miei occhi vagano nel buio del parco,appena illuminato dai lampioni,e scorgo le poche finestre illuminate che sembrano occhi aperti e le tapparelle che lasciano filtrare la luce del risveglio mattutino,e mi piace fantasticare sulla vita che inizia dietro quei vetri.Non è curiosità da gossip,da quattro soldi o spicciola,ma del vissuto,le emozioni e i sentimenti di chi ci abita. E che conosco.Che magari pensa e fa le stesse cose che faccio io....l'inizio di un nuovo giorno ha sempre un suo fascino particolare,il cielo scuro che piano piano lascia il posto alla luce che man mano diventa sempre piu' chiara,passando dal nero al blu cobalto,al celeste e al rosso che diventa sempre piu' chiaro e da una parte vedi ancora la luna mentre il sole sta sorgendo.Cala una e sorge l'altro,come in una danza silenziosa e infinita! E un'altro particolare che mi piace è il profumo del caffè che mi arriva alle narici quando scendo le scale a piedi,chissà da che porta arriva,e allora pensi eh si...è proprio iniziato un nuovo giorno!
 
Perchè quello sfondo? Perchè annissimi fa,quando siamo andati negli States,mi è piaciuta quella terra cosi' lontana e gigantesca. Non la frenetica Grande mela,ma il piu' tranquillo Michigan. Io,che nei film,avevo visto le classiche case con la bandiera americana sventolare nel giardino,ben curato e rasato, le piccole lapidi bianche disseminate qua e là come chicchi di riso a rappresentare un piccolo cimitero cittadino....le stavo vedendo per davvero! E avevo anche capito,o immaginato di capire perchè i frigoriferi americani sono cosi giganteschi! La distanza che c'era da un centro abitato,al primo store era cosi infinita che....se per caso ti trovavi a corto di uova o latte o pane...ti passava tutta la poesia di metterti le scarpe e uscire a comperarle!!
Il cappello da gaucho è di Rino, comperato in uno dei suoi numerosi viaggi negli States.Lui si che li ha girati in lungo e in largo.....e quando ritornava a casa mi perdevo in tutte quelle fotografie che aveva scattato.
E Topolino che c'entra? Bè,quello è stato il viaggio piu' divertente e coinvolgente che abbiamo fatto in tre. Alice aveva solo cinque anni e mezzo e siamo andati a Disneyworld. Una favola davvero,io e Rino siamo ritornati piccoli insieme a lei. Loro due,coraggiosi sulle attrazioni per me piu'
"spericolate"...io che sulle montagne russe della Fattoria di Pippo,ero l'unica persona adulta che urlava quando il trenino scendeva e curvava a destra o a manca...e tutti che mi guardavano come se fossi una pazza!!!! Poi mi sono vergognata come una ladra,ma al momento....
E ricordo le pantagrueliche colazioni nell'Hotel vicino al Parco dei divertimenti.....
Mi piace l'America,con la sua musica country,le sue infinite distese,il punto croce,la festa di Hallowen....l'America che mi ha raccontato Rino dal ritorno dei suoi viaggi.
 
Cosi' ecco la seconda proposta per la ricetta piu' elaborata e saporita per la sfida dell' MTChallenge,
proposta dalla perfida...oppssss,carissima Roberta 
Mi piacerebbe essere una mosca per vedere alle prese con frustini,uova,salse e pancette sfrigolanti le altre sfidanti....
 
 
Ingredienti e procedimento per realizzare le uova alla Benedict e la salsa olandese lo trovate qua...per il resto parlano le fotografie.....
 
3 fichi d'India frullati
2 fichi d'India tagliati a fettine,1 pera da caramellare con qualche cucchiaio di zucchero di canna,albicocche disidratate e caramellate come le pere,uno zeste di limone e.....bevanda e macedonia son servite!
 

per i brownies sciogliete 25 gr di burro,aggiungete 100 gr di cioccolato fondente e 100 di cioccolato al latte (o se volete anche solo fondente). Montate 2 uova con 125 gr di zucchero e una bustina di vanillina e aggiungetele al cioccolato
Unite 190 gr di farina bianca e la frutta secca (noci,nocciole e mandorle) tritata grossolanamente. Versate il composto in uno stampo ricoperto con carta da forno e cuocete a 180° per 30 minuti circa.
Se la superficie dovesse scurirsi troppo copritela con un foglio di alluminio.



e questa è la mia salsa! Sono orgogliosa del risultato!!! Finalmente una salsa liscia e densa come volevo io....e forse anche le "giudichesse"! Prima di iniziare ho fatto un respirone e mi sono concentrata su tutti i passaggi,che poi sono pochi,perchè non volevo commettere errori.Senza musica di sottofondo,io le uova,il limone e il burro......Certo,Rino mi ha dato proprio una mano......
Il colore è un po' "carico".....ma è l'effetto della fotografia,perchè l'originale è di un giallino piu' tenue....




...le due uova sul muffin gigante.....


....il mio Engish muffin gigante!
Il procedimento lo trovate qui,ma invece di ricavare le piccole forme,fatene una grossa,che farete cuocere sulla padella antiaderente.Per dorare i lati,ho preso una pinza e ruotato man mano il muffin su tutta la circonferenza fino a quando è risultato dorato in maniera uniforme....


Un good morning davvero speciale!

con questa colazione partecipo al contest



16 commenti:

  1. Bellissimo post, Antonella! E guarda quella salsa come ti e' venuta bene questa volta!!! Bellissimo il brownie, bello umido come piace a me e sui fichi d'india non posso far altro che sospirare di desiderio, che in Olanda nemmeno dipinti li vedi...Grazie di nuovo di tutto cuore, carissima. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima!Questa volta sono davvero orgogliosa della mia salsa!! Se dovessi mai ritornare in Olanda....ti paso a rovare con una casseta di fichi d'India al seguito!!!! ahahahah un abraccio!

      Elimina
  2. siamo già alla seconda puntata dopo tre giorni?!?!
    tu sei matta!!!! :-)
    però bellissima la salsa, così densa cremosa e gialla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si...matta da legare!!! ahahha. baci

      Elimina
  3. Mi piacciono le persone che quando non sono completamente soddisfatte di una cosa (nel tuo caso la salsa) ci riprovano e anche in modo eccellente.... per gli USA , io li amo troppo , ne conosco le grandi città, i vasti Parchi, la sonnolenta provincia e non mi stancano mai...buona giornata Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si.....ne andava del mio amor proprio,autostima e orgoglio!!! Questa volta sono stata proprio soddisfatta del risultato! Vorrei conoscere anche io gli States come li conosci tu e mio marito...ma non mi basterebbe una vita intera..... ciao cara!

      Elimina
  4. Ottimo tutto la salsa poi perfetta vorrei essere alla tua tavola domani mattina alle sette va bene?
    Un caro saluto ;-)))

    RispondiElimina
  5. ahahah!!!! perchü no??!! cari saluti!!! :-))))))))))))))))

    RispondiElimina
  6. Nooooo il vetro liscio anche voiiiiiii?!!!
    Solo che quella *svelta* sono io e l'ultimo a far la doccia è il Martirio! Sgionfa e, quando dimentica di asciugare il vetro viene aspramente redarguito.
    Mi limito ad un ringhio, visto che il tempo è poco e bisogna essere *incisivi*.
    Per la colazione, mi hai fatto venire una tal voglia di brownies!!
    Baci bella donna, e coraggio, tra qualche ora ci incroceremo sui mezzi affollati, in ritardo e in corsa come sempre ci affanneremo in questa nostra Milano che più che *da bere*, TI BEVE!
    E godiamoci questa colazione!
    Baci
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah!!!! anche qua è Rino che si immola per ultimo...quasi sempre!!! Baci anche a te...chissà mai che ci incontriamo prima o poi su quei mezzi affollati e puzzolenti!!!! ciaoooooooooooo

      Elimina
  7. Te l'avevo detto, che l'Otello portava male!!
    Senti, questa è la testardaggine che ci piace. E che scorre nelle vene dell'MTC: nessuno nasce imparato, per dirla col filosofo :-) e se è vero che sbagliando si impara (stamattina, va così, rassegnati... ;-)) è anche vero che senza un po' di tenacia, di umiltà e di voglia di capire dov'è l'inghippo, non si crescerà mai. La salsa è perfetta- ma è tutta la colazione ad essere ben centrata. Si sente l'ispirazione diversa di quell'America fatta di grandi spazi, di grandi tradizioni, di vite "normali", vissute a fianco del tempo e non in perenne lotta contro di esso: la tua colazione è proprio un omaggio a questo stile... e chissà che non possa essere un augurio anche per te e per noi, a mettere da parte lo stess e a goderci di più i piccoli piaceri della vita? Complimenti davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povero Otello!!!! ahahah Grazie per le tue parole!Hai ragione.....riprendere un attimo possesso dei ritmi umani....grazie mille!!!

      Elimina
  8. Antonella ma che romanticona che sei :)
    il mega muffin da dividere col tuo Rino e tutti i ricordi che hai condiviso con noi..dolce dolce dolcissima donna!!!
    e grande da morire in ciò che cucini! ^_^

    RispondiElimina
  9. daiiiii!!!! mi fai arrossireeee!!!! grazie mille per le tue parole! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. Quanto è vero quello che scrivi e quanto ci ritrovo anche la vita della mia famiglia, orari diversi, impegni diversi, corse di qua e di là, altro che colazione insieme, per non parlare del fatto che io amo il dolce, i figlioli il salato e il marito il caffè, insomma con la tua colazione forse avrei accontaentato tutti,ma , diciamocelo, con tutto l'impegno che richiede è da riservare solo alla domenica.

    Ricetta dei brownies copiata! ;)

    RispondiElimina
  11. Eh si....la domenica se si è tutti a casa altrimenti.....ahahah siamo punto e a capo!!!!!! Buon brownies-mento allora! ciaoooo!!!

    RispondiElimina