Cookie

Questo sito utilizza i COOKIE per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei COOKIE.
Per maggiori informazioni e su come rimuoverli consultare la nostra politica sui COOKIE.

Privacy Policy

domenica 13 ottobre 2013

Benedict's egg & the American breakfast per MTChallenge



Ed è di nuovo sfida in casa MTC. La 33 del 13.10.13....fantastico è!!!
Lettura del titolo della sfida.Panico...cos'è cos'è ??? Pero' che meraviglia la foto e la ricetta che ha proposto la Roberta! Mi perdo tra la morbidezza della salsa e il tuorlo che sembra uscire dalla foto,che parla da sola su quello che sarà il tema del mese. Presa di coscienza.Forse ce la posso fare.Si,ce la devo fare....in fondo è solo un uovo....già...ma che uovo! E tutto il resto? La salsa olandese...e chi l'ha mai fatta? Mah....ho fatto anche le altre che sembravano impossibili,lanciamoci anche in questa.Al limite vinco il titolo di ricetta piu' brutta e peggio fotografata della galassia!
Cosi' eccomi alle prese con quello che si è rivelata un'impresa con risvolti fantozziani....

Venerdi pomeriggio mi sono messa a preparare i muffin,per portarmi avanti, con la speranza che non tracollassero durante la notte e risultassero poi delle schiacciatine,e per fortuna cosi' non è stato.Visto che eravamo ancora in atmosfera verdiana,il bicentenario della sua nascita,mi sono attaccata a palla l'Otello e mi sono persa via tra le sue arie, impastando,cantando,tagliando. La tempesta all'inizio dell'Opera è da pelle d'oca per quanto sembra vera!E quando la tempesta si è calmata e ho incominciato a dare forma i muffin....perchè non dare la forma di cuore?Bè, l'Otello è il personaggio che per antonomasia rappresenta la gelosia allo stato puro, quindi qualche muffin a forma di cuore ci stava! Pero' dai anche tu Otello...tutto sto' casino per un fazzoletto mamma mia! E per niente poi.....
Pero' era quasi ora di cena ed ero ancora alle prese con mattarello e coppapasta,e mio marito mi ha chiesto,ma cos'è che stai facendo...io ho candidamente risposto,i muffin per la sfida di ottobre.Si ma non si mangia? Tranquilli,nel forno stanno cuocendo gli gnocchi alla romana.Ah ok!
Eh si, perchè mentre l'impasto dei muffin stava lievitando avevo preparato gli gnocchi di semolino per la cena.....per la serie ottimizzare i tempi morti!
Dopo cena Rino e Alice ne hanno voluto assaggiare uno a tutti i costi e subito lui ha esordito,ma manca il saaaale...no,è giusto cosi',rispondo io, sono per la colazione e non devono essere troppo salati.E si papà,se sono per la colazione con troppo sale non sono buoni.Si si,sono proprio morbidi e buoni cosi'. Fiuuuu...se la sono bevuta! Eh si.,magari! Ecco che subito Rino mi chiede,ma questa volta solo i muffin per una sfida??....
ehmmm....si, sono per la colazione...bè,una mezza bugia o mezza verità!?

E sabato mattina, visto che non ero di turno come baby sitter per la nipotina,e una era alla prova e l'altro in Conservatorio,mi sono messa di buzzo buono per cercare di realizzare la ricetta proposta,almeno di cercare di avvicinarmi il piu' possibile all'originale. Già dalla foto potete notare la notevole differenza.Non si avvicina nemmeno lontanamente all'originale....ma tanta grazia che sono riuscita ad assemblare qualche cosa,che a dire la verità, non sarà tanto bello a vedersi ma era proprio gustoso!
Vorrei puntualizzare pero' che non ho voluto copiare pari pari la ricetta di Roberta, anche perchè emulare la sua versione bè...è perfetta cosi'! Mi è piaciuto l'accostamento dello yougurt e quindi l'ho adottato anche io.

Comunque, le disavventure si sono avvicendate per tutta la mattina,e per fortuna non avevo ascoltato La forza del destino, che come tutti sanno e dicono, Alice compresa che a suo dire si rifiuterà di suonare,
si,voglio proprio vedere...porta un po' di sfortuna, ma daaaai son tutte chiacchiere!
Ehm....pero' già ieri la macchina di Alice si è rotta e si prende la mia macchina....stamattina, apro l'anta del frigorifero per prendere le uova e SPLATTT...un uovo per terra! Noooo,sono contate mannaggia e non ho la macchina per andare a comprarle! Pulisci tutto il viscidume e intanto il tempo passa. Apro l'anta del pensile e cade giu' il barattolo degli zuccherini e...ovvio che si apre il coperchio e si spargono da tutte le parti no?! Uffff....li metto un po' da parte e raccolgo quelli caduti sulla tovaglia. Sbatti la tovaglia,ristendi la tovaglia,faccio per prendere la bilancia sempre dal solito pensile,e prendo dentro la confezione nuova della farina appena aperta per fare i pancakes e....disaaaaaastro!!!! Farina per terra,sui pantaloni,sulle maniglie dei cassetti....ma devo finire di preparare,quindi ci cammino sopra e come si scivola!! Riesco a impiattare e fare le foto,la maggior parte brutte e sfuocate,non è una novità.Rino con uno scatto ne fa una e basta...io per averne una decente ne devo fare non so quante! Mi guardo intorno e il lavandino è pieno di cose da lavare,un disastro,voglio sistemare entro le due,prima che ritorni Rino.Metto in lavastoviglie alcune cose e il resto lo lavo a mano.....pero' mai mettere i coltelli nel lavandino pieno di acqua e schiuma!! Immergo le mani e ZZZIIIICC...sento un dolore da svenire! Mi sono tagliata!! Mi disinfetto,finisco di sistemare la cucina e ora è il momento di passare l'aspirapolvere per tirare su zuccherini e farina.Ma.....l'aspirapolvere fa un accenno di partenza,come quello della mia macchina alla quale proprio ieri ho dovuto cambiare la batteria...e svampa.....no dico...vi rendete conto di cosa vuol dire togliere con la scopa dalle fughe delle piastrelle tutta la farina, con la gatta che pensava volessi giocare e faceva gli agguati alla scopa saltando nella farina e portandola ancora in giro??!! No ma allora ditelo che non volete che io faccia qualche cosa oggi!
Alla fin della fiera, bella o no, la ricetta è stata realizzata.Non è tra le piu' belle che si vedranno da oggi in poi, ma l'importante è che sia buona! E l'importante è essere umili e riconoscere i propri limiti e i risultati, che possono sempre essere migliorati!
Ecco a voi la mia primitiva e grezza versione....in rosso le mie modifiche.......

English muffin

Ingredienti:
450 g di farina forte per pane
225 ml latte
55 ml di acqua
7 g lievito di birra secco
2 cucchiaini di zuccehro
1 cucchiaino di sale

Esecuzione
In un pentolino, unite il latte e l'acqua e fate intiepidire a fuoco dolce. Versate il lievito nel liquido insieme ai due cucchiaini di zucchero, Mescolate rapidamente con una forchetta o una piccola frusta per far sciogliere il lievito e lasciate riposare per una decina di minuti, finche' in superficie si sara' formato un sottile strato di schiuma.
Setacciate la farina in una terrina e versate nel centro il liquido con il lievito, mescolando dapprima con una forchetta e poi con le mani, incorporando a poco a poco la farina fino a che avrete un impasto non troppo sodo.Io direttamente tutto sul piano di lavoro : Asse per pasta in legno massello di GP&me .Versate l'impasto sul piano di lavoro infarinato e incorporate a questo punto il sale. Impastate energicamente per almeno dieci minuti, unendo pochissima altra farina se dovesse risultare troppo appiccicoso.



Alla fine dovrete ottenere un panetto liscio .Ungete una di burro una capace ciotola, rotolateci dentro il panetto e ponete a lievitare in luogo tiepido per almeno un'ora o finche' non sara' raddoppiato di volume.
Lasciata sul piano di lavoro infarinata e coperta da una ciotola



Rovesciate nuovamente l'impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e appiattitelo con le mani, facendo uscire tutta l'aria, fino ad uno spessore di circa 1,5 cm, ma non di piu'.
Con un taglia biscotti di 7,5 cm di diametro, io coppapasta ricavate dei dischi di pasta che metterete su una placca da forno infarinata. Rimpastate i ritagli e ricavate altri dischi fino ad esaurimento della pasta. Lasciate riposare i muffins per 15/20 minuti, coperti da un panno o da un'altra teglia rovesciata.
Scaldate a fuoco medio una padella antiaderente a fondo spesso o, ancora meglio, in ghisa.
Disponeteci 4 muffins alla volta, riducete la fiamma e fateli cuocere per 4 o 5 minuti per ogni lato.
Devono rimanere molto soffici e non seccarsi, ma se avete l'impressione che non si siano ben cotti all'interno o sui bordi, potete trasferirli in forno a 180 gradi e farli cuocere per altri 3 o 4 minuti.


Salsa olandese

Ingredienti:
4 tuorli
il succo e la scorza grattugiata di 1/2 limone
1 pizzico di sale
120 g di burro fuso, meglio se chiarificato

Esecuzione
 In una ciotola di acciaio o che comunque sopporti le alte temperature, mescolate energicamente i tuorli con il succo di limone e un pizzico di sale. Ponete la ciotola sopra una pentola con acqua in leggera ebollizione: la ciotola non deve toccare l'acqua! Mescolando continuamente, fate scaldare i tuorli, poi versate a filo il burro fuso, sempre mescolando. Continuate a mescolare, in modo delicato e costante, fino a quando la salsa si sara' rappresa. Aggiustate di sale e pepe, unite anche la scorza grattugiata e servite subito.


Per quanto riguarda la cottura delle uova, ci sono diversi metodi ed il piu' diffuso e' quello di mescolare energicamente l'acqua per creare un vortice nel quale adagiare l'uovo che, trascinato dal movimento dell'acqua, rotolera' su se stesso avvolgendosi nel suo albume mentre questo si solidifica. A me questo metodo ha sempre dato poche soddisfazioni, mentre mi sono trovata meglio con il seguente:

In una casseruola da 24 cm di diametro, versate circa 5 cm di acqua e scaldate a fuoco medio fino alla comparsa delle bollicine sul fondo e sui bordi della pentola.
Rompete le uova in ciotoline separate, un uovo per ogni ciotola, eliminando quelli con il tuorlo rotto.
Versate delicatamente le uova, una alla volta, sulla superficie dell'acqua, lasciando che vadano dolcemente a fondo. Lasciate abbondante spazio tra un uovo e l'altro, cuocendone non piu' di tre o quattro alla volta. Lasciatele cuocere indisturbate per 3 o 4 minuti, usando una spatola di gomma per staccare delicatamente le uova dal fondo della pentola, se fosse necessario.
Con un mestolo forato togliete le uova dall'acqua, una alla volta, scolandole molto bene e se dovete servirle subito, tamponate il fondo del mestolo con un pezzo di carta da cucina per assorbire tutta l'acqua in eccesso.  Potete conservarle in frigorifero fino a 3 ore, avendo l'accortezza di deporle su un piatto coperto di carta da forno. Al momento di servirle, bastera' scaldarle per  35 o 40 secondi in acqua in leggera ebollizione.

Per comporre l' Egg benedict, dividete ogni muffin a meta' e scaldateli in una padella antiaderente fino a che risulteranno leggermente tostati. Deponete su ogni meta' muffin una fettina di prosciutto cotto, eventualmente leggermente sacaldata in padella, coprite con un uovo in camicia e nappate di salsa olandese ancora calda. Volendo al posto del prosciutto cotto, si puo' mettere del bacon ben rosolato.

Questa è la mia versione.....la salsa olandese che è leggermente o del tutto impazzita ma...a me è piaciuta lo stesso...che ho servito con dello yogurt greco alla frutta secca e amarene Toschi




                                                   
E qua la versione americana della colazione.Sempre con l'uovo alla Benedict come richiesto dal regolamento,ma con altri due abbinamenti a piacere. Per entrare meglio nell'atmosfera,potevo scegliere tra la musica Country o qualcosa di piu' classico. Non me ne voglia Annamaria che ha creato una simpatica playlist! Non tutte sono di mio gradimento,bello de Andrè e mitica la Pink panter! Ma mentre producevo,mi sono ascoltata Rapsodia in blue di G. Gershwin. E mentre impastavo la mia memoria correva a quel poco di America che ho visto e che ho apprezzato....la ricetta per i pancake e alcuni miei ricordi la trovate qui.







il secondo avvertimento che forse era meglio desistere....(il primo erano gli zuccherini...e il terzo del taglio ve lo risparmio anche perchè non potevo fotografarlo!!! ahahah )


prima e dopo......

......ore 18.30...che facciamo,andiamo a vedere per l'aspirapolvere? E ma devo finire di scrivere il post per la ricetta! Va bè dai,andiamo....Aspirapolvere preso e al ritorno mi chiede...cosa mangiamo stasera? C'è del formaggio rispondo io. Come del formaggio,sei stata tutta mattina in cucina a preparare che cosa allora? A preparare l'uovo alla Benedict che ti sei mangiato quando sei arrivato,rispondo io. Se no ti faccio ancora un uovo. Noooo....un altro uovo no!!! 
E siamo solo alla prima ricetta.....e forse resterà anche l`unica visto gli esordi!!! Mah...chi puo' dirlo?!

e con questa bis-proposta partecipo all'appuntamento mensile per



33 commenti:

  1. Molto divertente il tuo post e uova perfette :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. divertente.....tu non hai idea!!!! ahahhah

      Elimina
  2. Mamma mia Antonella, che giornatina!! Ma tu non ti arrendi mai e alla fine ce l'hai fatta anche questa volta. Ottimi entrambi gli abbinamenti, sia lo yogurt che il pancake, il grande classico della colazione made in USA. Ma e la bevanda? Nella prima versione manca del tutto e nella seconda non hai specificato cosa sia...Senti Anto, mi viene un dubbio: sara' mica che l'Otello porta piu' sfortuna de La forza del destino?

    RispondiElimina
  3. nooooo.....non dirmi che sono fuori gara!!!! ahahah....nella seconda proposta è il ginger coffe. l'ho scritto sulla foto,e nella prima....il succo di uva che mi ha portato mia mamma insieme al mosto, che ha fatto lei....ovviamente,dimenticato di fotografare,vista la giornatina....va bè....mi appello alla vostra clemenza....se no.....pazienza......(rima baciata??...come il bacio di Otellooooo!!!!....nooooo)...va bè...baci!

    RispondiElimina
  4. Parafrasando il tuo commento ad Otello tutto 'sto casino per una colazione? :-) ma sono pazzi, questi Americani!!!
    Seriamente: io non mi butterei così giù: la cotturadell'uovo è ok e gli English muffins son venuti perfetti. Qualche imprecisione sulla salsa, ma qui, ridendo e scherzando, vi proponiamo prove sempre più difficili: e una salsa montata su una fonte di calore, a base di uova, lo è.
    Per quanto riguarda la colazione, consideriamo valida la seconda proposta, con il caffè al ginger come bevanda, giusto? E concordo con Roberta: la prossima volta, i pooh della play list :-)
    Grazie per non arrenderti mai, con la nostra sfida!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah!!!! bè...grazie raggio di sole in questa domenica fredda e uggiosa!!! Si...decisamente dificile la salsa! Potrei citarti la canzone della Patty...Pazza salsaaa perchè insieme non stai? Perder la sfidaaaa dell'MTC mi faaaaiii!!. ehmmm....si la bevanda è il caffè al ginger...,,ascoltero' i Pooh...daaaammi soooolo un minuuuto per faaaare la saaalsa un aaartimo ancora!!! ok...mi taccio....non posso arrendermi...siete la mia ancora di salvezza per evadere dai casini...quando ci riesco... quindi...son salva???

      Elimina
  5. Ma dai, le tue foto sono mille volte meglio delle mie!! ehehehe, certo che tu a Fantozzi gli fai un baffo! io comunque ho poco da ridere,che son messa uguale! mi sono piaciuti moltissimio i tuoi muffins a forma di cuore, belli alti e gonfi! e l'uovo l'hai cotto alla perfezione! brava !! un bacione, Francy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille¨¨¨!!!!!!! buona domenica!!!

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. addirittura le due versioni, di qua e di là dall'atlantico!?!?! accipicchia che inizio col botto.
    e che botto, a leggere il tuo post!!!! è tutta questo melodramma che vi rovina. meglio ascoltare un bel rock in metallo pesante, il peggio che ti può succedere è sfasciare una chitarra :-)
    comunque bravissima, sono perfette!!!!

    RispondiElimina
  8. Antonella sei una grande :)
    soprattutto per non aver mollato con tutti i guai che ti sono capitati :D
    e, tra l'altro, ti è venuta una meraviglia 'sta colazione!
    baciotti cara!

    RispondiElimina
  9. ahahah.....non sapevo iu da che parte girarmi infatti...ciao cara e grazie!!!

    RispondiElimina
  10. mi hai fatto morire dal ridere!!! se tu vedessi me che confusione e casini faccio con una semplice pasta!!! complimenti sono venute benissimo le foto soprattutto della farina ahahahahhaha!!! Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si....ridi pure!!!! ahahah farina immortalata perchè non si pensasse esagerassi.....ciaooo

      Elimina
  11. Non avrei retto a una seconda versione, tu nonostante tutte le avversità ci sei riuscita benissimo :) Ps: come va il dito?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si....son testarda....il dito è ancora dolorante e pulsante....segno che è "vivo"!!!! ahahah

      Elimina
  12. Antonella sono davvero felice che tu ce l'abbia fatta, anzi io non avevo dubbi!!! Bel lavoro e grande post, buon lunedì Flavia

    RispondiElimina
  13. Mi hai fatto morire! Anche le foto dei disastri :-) La prossima volta altro che colazione all'americana, ci vuole una bella colazione a Lourdes ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah!!!!! si si...sapessi io in che condizioni ero e come mi sentivo!! Viaggio a lourdes....ahahah

      Elimina
  14. ahahahah è vero però, per fare un uovo non ho mai lavorato così tanto...certo se poi ci aggiungi vari incidenti di percorso va bene anche un pezzo di formaggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si...per un uovo annegato nell'acqua guarda qua!!!! ciao carissima!!

      Elimina
  15. Antonella, ma che avventura!! :D
    Ma seiu incredibilmente tenace e si vede, non ho pensato alla colonna sonora, mentre preparavo, ma la prossima volta farò come te, cucinerò con un sotofondo, Rapsodia in blu è perfetta per queste uova!

    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si taci....mi sembrava di essere su candid camera.....occhio alla colonna sonora che scegli....ahahahah

      Elimina
  16. cara anto, il mio lavello era uguale, ho fatto mezz'ora di lavare cose, ne ho messe troppo in mezzo.
    Mi piace la tua versione, dai che ce l'abbiamo fatta.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si...penso proprio che ce l'ho fatta,anche se si puo' sempre migliorare! ciaoooo

      Elimina
  17. contenta di vedere che la preparazione di 'ste uova hanno traumatizzato un po' tutti! Complimenti per la ricetta un abcione Helga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. traumatizzato???? sono in analisi!!!! ahahahah grazie milel cara!!!

      Elimina
  18. Belle entrambe le versioni! :-)

    Ah Antonè... leva il codice di verifica per favore, che mi salta la connessione!!! ;-)

    RispondiElimina
  19. grazie mille! i codice???? non sapevo nemmeno di averlo attivo!!!! ora ci provo! ciaoooo

    RispondiElimina
  20. Naaaaa Antonella sto vedendo la foto e... sembra il mio acquaio! (per non parlare del pavimento!)
    Belle le tue versioni e per le vicende da *forza del destino* mi viene da risponderti (e da augurarti) anche se non è di Verdi ma di Puccini, con l'aria della Norma:
    VINCEROOOOO' VINCEEEEEEEEEROOOOOOOO' !!!!!
    Ecco: questo è l'augurio
    Nora

    RispondiElimina
  21. Antonellaaa!!! Devi scusarmi ma mentre leggevo mi sono sganasciata dalle risate, perchè mi sono identificata con te nelle disavventure che hai dovuto affrontare per preparare questa colazione. Ci sono dei giorni in cui proprio non va, mi cade tutto dalle mani, sbatto, mi taglio, le pile della bilancia da cucina sono scariche, la luce per fotografare fa schifo.... eppure, dopo tutto quello che ti è successo, sei riuscita ugualmente a fare un lavoro eccellente: addirittura due versioni insieme! io purtroppo sono di parte, adoro i pancakes, ma se proprio dovessi sacrificarmii, mangeremo tutte e due :))

    RispondiElimina