sabato 8 marzo 2014

Pici ai quattro formaggi


E un bel giorno, quando decido che mi devo rilassare un attimo e riprendere in mano alcune cose che avevo tralasciato, vado a rivedere alcuni blog di amiche, ricette, contest e mi soffermo su quello che mi aveva tanto affascinata sin dall'inizio, ma che poi per una serie di impedimenti, non ho seguito cosi' assiduamente come avrei voluto, con mio grande dispiacere, perché le due ideatrici Cinzia e Valentina, le ho conosciute personalmente, e sono due ragazze deliziose per gusto, raffinatezza, fantasia ecc...e non volevo pensassero che "snobbassi" il loro progetto!
Rileggo il regolamento, che ha delle novità rispetto a quando lo avevo lasciato, e cosi eccomi qua, pronta ancora a partecipare con questa mia ricetta tutta improntata sulla tonalità del bianco.
Perché il bianco? Ma perché il tema del contest prevede ricette che abbiano questo colore, che ricorda l'inverno, la neve, i piatti che confortano....Purtroppo mi sono accorta in ritardo della "rosa dei colori" del contest, quindi non ho molto tempo per pubblicare altre ricette. Mi dispiace, anche perchè il bianco è un colore che mi piace.
Il bianco è abbagliante, ovattato, silenzioso, mi fa meditare, mi riporta a quando da piccola passavo le giornate sulle piste da sci, e la neve mi "scrocchiava" sotto gli scarponi o "frusciava" sotto le lame degli sci...fssschhh fschhh portandomi a valle. Il bianco è l'abito da sposa per antonomasia, un mazzolino di profumatissimi mughetti, il bianco sporco delle stelle alpine, il latte tiepido appena munto che andavo a comperare alla latteria del paese con il contenitore di latta e che quando arrivavo a casa tra mille attenzioni perchè non si rovesciasse, la mamma lo faceva bollire e ci si litigava la panna che si era formata sulla superficie! Il bianco è la colomba simbolo di pace. La margherita con quel bottone giallo nel mezzo. Il bianco è la scia di quell'aereo che ti porta chissà dove. Il bianco sono quelle nuvole spumose e gonfie che sono uno spettacolo per gli occhi e un miracolo della natura.....il bianco non è banale e asettico...

Tutte le indicazioni per realizzare i pici le trovate qui e anche qui.



e questo è lo spettacolo che si è manifestato davanti ai miei occhi quando ho alzato la tapparella.....



con questa ricetta partecipo al contest

http://colorsandfood.blogspot.it/2014/01/colors-bianco-inverno-e-comfort-food.html

3 commenti:

  1. Ciao Antonella!!! Bentrovata :) ti confesso che si sei mancata... Fantasia sfrenata in cucina come ne hai tu, non ne ho ancora trovata sai? Quindi accogliamo i tuoi deliziosi pici con grande piacere, e insieme anche il tuo ricordo "bambino", che riporta indietro anche me, quando sciavo sulla neve appena battuta e amavo così tanto quel fruscìo e quello scrocchiare
    A presto allora!

    RispondiElimina
  2. grazie Cinzia! anche voi mi siete mancate mannaggia!!! ma spero di essere un po' piu' presente ora...ciaoooo

    RispondiElimina
  3. Che bella la proposta dei pici in bianco!!!! davvero carinissimi!

    RispondiElimina