Cookie

Questo sito utilizza i COOKIE per gestire e migliorare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei COOKIE.
Per maggiori informazioni e su come rimuoverli consultare la nostra politica sui COOKIE.

Privacy Policy

domenica 10 aprile 2016

Biscotti di frolla montata



Fantastico! La sfida marina di marzo, lanciata da Anna Maria Pellegrino è stata vinta da Dany & Juri del blog Acqua e Menta, Lasciamo il mare e affrontiamo una sfida golosa.
Eh si, Mtc ha un sapore dolcissimo questo mese! Quale? Quello dei Biscotti!
Felice? Si e no....Si, perchè adoro i biscotti, quelli fatti in casa, intendiamoci. No, perchè in teoria sarei a dieta, e dovrei metterlo anche in pratica! Non che sia in stratosferico sovrappeso, ma mi ballano 7 kg di troppo, che fanno la differenza per la mia salute, sia fisica che mentale, dal momento che anche se sto attenta a quello che mangio, non cambia niente....cosi' mi viene un nervoso!!
Colpa del metabolismo bradipico, della menopausa, del dopo Pasqua, delle colleghe che compiono gli anni e che portano torte come se non ci fosse piu' un domani, e visto che sto attenta a quello che mangio, che male vuoi che faccia una fettina di torta.......boh...ma anche questo mese, si attenta alla mia dieta.
Cosi, letto il regolamento, che prevede la possibilità di cimentarsi in tre preparazioni differenti....anche se la gola, la voglia di imparare nuovi impasti, la curiosità della loro riuscita, mi fanno fare mila e mila programmi...c'è la voce della coscienza che mi "obbliga" ad una scelta soltanto. Anche perchè ho solo questo fine settimana a disposizione per realizzare la mia ricetta...Quindi, ho optato per un impasto che non ho mai provato: quello della frolla montata di Leonardo di Carlo.
Letto tutti i preziosi consigli e vista la stupenda infografica della Dany....


...mi sono messa all'opera.
Ad essere sincere, volevo andare "sul sicuro" con la pasta frolla tradizionale, quella che conosco, ma quando ho letto che Leonardo di Carlo, consigliava di tenere l'impasto al fresco per 10/12 h, già ero fuori tempo massimo dalla mia disponibilità. Cosi' mi sono lanciata con l'altra scelta, dove l'impasto andava utilizzato immediatamente.
Comincio a preparare l'occorrente, a pesare gli ingredienti e...il burro non mi basta.
Prendo la macchina e corro subito al supermercato che è abbastanza vicino a casa, ed esco col panetto di burro. Cerco la farina (Rino, c'è la farina W 130/150, se per caso decido di fare quel tipo di biscotti? Si c'è, l'ho comperata, è nel mobile)...la farina aveva un'altra W!!!! Riprendi la macchina e ritorna al supermercato...un'altra persona avrebbe lasciato perdere. Ma io no. Quando mi metto in testa di fare una cosa...
Finalmente, con tutti gli ingredienti presenti e pesati, mi metto ad impastare. Riesumo persino la mia pistola sparabiscotti, cosi' mio marito non deve piu' lamentarsi che impiccia, che non la uso piu', che spesa inutile...voglio dimostragli che per questi fantastici biscotti è ritornata utile!
Bella contenta, comincio a riempirla, scelgo il disco per farli a forma di margherita, ghirlanda e stella, ma...non mi funziona. Abbastanza contrariata, tolgo l'impasto dalla pistola e riempio una sacca da pasticcere e comincio a realizzare i miei biscotti ai tre gusti diversi.
Dopo aver conciato la cucina come un campo di battaglia, eccoli qua, caldi e profumati.
Devo pero' essere sincera e farmi un'autocritica. Il gusto è buonissimo, ma se dovessi rifarli, e sono sicura che li rifaro', devo ricordarmi di lasciarli un po' piu' "cicciosi". Cosi', anzichè realizzarne 50, quanti ne sono usciti, ne escono di meno, e meno sottili. Avendo paura che si gonfiassero durante la cottura, sono rimasta piu' scarsa nello spremere l'impasto. Ma sbagliando si impara, e queste sfide servono per imparare e mettersi alla prova. Nonostante cio', sono veramente soddisfatta.
Tre diverse forme e gusto: ho aggiunto la buccia di mezzo limone biologico passata al mixer, la buccia di mezza arancia biologica anche quella passata al mixer e un cucchiaio di semi di lavanda, pestati grossolanamente nel mortaio. Attenzione a non esagerare con questi, altrimenti si corre il rischio di avere in bocca un sapore "da profuma biancheria"...
Certo, con la sparabiscotti sarebbero state piu' precise ed originali, ma io sono ugualmente contenta!

Ingredienti (per 50 biscotti "sottili")
105 g di zucchero a velo
208 g di burro a 18°-20°C
250 g di farina debole W 130/150
62,5 g di uova intere a 20-22°C (circa un uovo e un tuorlo)
buccia di mezzo limone e arancia biologici tritati finemente
1 cucchiaio di semi di lavanda

Esecuzione
Mescolare o montare leggermente con la frusta la materia grassa con sale e aromi. Unire lo zucchero e montare leggermente la massa. Aggiungere poco per volta le uova. Inserire in più volte la farina e lavorare fino a completo assorbimento.
Dividete il composto in tre parti uguali e aggiungete gli aromi


Amalgamateli bene al composto e utilizzatelo immediatamente realizzando le forme desiderate, con l'aiuto di una sacca da pasticcere. Cuocete a 140° per 15/20 minuti, fino a quando saranno leggermente dorati. Estraeteli dal forno e lasciateli raffreddare su una gratella.




con questa ricetta partecipo alla sfida n. 56 di Mtc

                                            

16 commenti:

  1. Nulla ti ferma! Anche io spesso sono sicurissima di avere tutto e poi...manca questo manca quello....benedetta fretta di realizzare le cose. Dico che il segno della Vergine ha questa pecca (a proposito....non sarai anche tu settembrina?!). I biscotti son belli e pure profumati! Da rifare...più cicciotti come dici tu!

    RispondiElimina
  2. ahahah vedo che sono in buona compagnia!!! Sono cancerina, con tutti i pro e i contro di questo segno zodiacale.....ciaooo e grazie!

    RispondiElimina
  3. A differenza tua sono "bradipa" nel partire con una ricetta, ma di certo c'è che prima di iniziare l'impresa mi accerto di avere tutto in dispensa e siccome riconosco che ormai qualcosa la dimentico...mi scrivo la lista degli ingredienti....tornando seri, chissà il profumo dei tuoi biscotti!Buona domenica cara, un bacio Flavia

    RispondiElimina
  4. Cosa non si fa per un biscotto....km!!!!
    Però vuoi mettere che sorrisone avrai avuto nello svegliarti stamane consapevole della colazione che ti aspettava...e che casa profumata!!!

    RispondiElimina
  5. Io pure, con la frolla montata sono sempre parca/e poi finisco per pentirmi ogni volta. Pero', la versione slim ha il vantaggio di poterli assaggiare tutti, senza troppi sensi di colpa. Quelli vengono al bis e al ter che, con proposte del genere, sono praticamente assicurati!

    RispondiElimina
  6. Io invece prima di partire penso e ripenso, faccio e disfo la ricetta mille volte, scrivo mille figli di appunti, la lista della spesa...ed ogni volta dimentico lo stesso qualcosa che mi costringe a cambiare all'ultimo momento il progetto...sono incorregibile!!! Farli più sottili ha il suo vantaggio...ne puoi mangiare di più!!!

    Un bacione
    Monica

    RispondiElimina
  7. Il gusto della semplicità... cosa c'è di meglio di un biscotto fatto bene? Concordo con Alessandra, meglio sottili così uno può assaggiarli tutti e tre: limone, arancia e lavanda! Grazie Antonella che sei riuscita a partecipare nonostante tutto!

    RispondiElimina
  8. Anche io li faccio sempre troppo sottili!! E poi me ne pento. Stavolta sono stata larga, belli alti (che è anche più facile regolarsi con la cottura) e sono contenta. E pazienza se ne mangio il doppio! :-D
    Tu non hai bisogno di dieta, quindi mangiali tranquilla. Alla lavanda sicuramente sono i miei preferiti.
    Ciao!

    RispondiElimina
  9. Pensa Anto che avevo pensato di comperarmi la sparabiscotti per questo MTC! Poi però mi sono detta che non ne vale la pena: non ho mai fatto la frolla montata e dubito che la rifarò dopo questa gara, quindi un ammennicolo in meno nei miei affollatissimi cassetti di cucina mi fa davvero comodo!
    Tu bravissima come sempre a non arrenderti davanti a nessuna difficoltà: la tua determinazione ti ha fatto sempre partecipare, anche lottando contro il tempo. E sono certa che la medesima determinazione ti aiuterà anche a perdere quei kg di troppo!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. complimenti per la foto e, soprattutto, per l'utilizzo della sacca da pasticcere, che io odio profondamente! Tu sei bravissima!

    RispondiElimina
  11. Molto invitanti questi tuoi biscotti!!! bravissima...e continua cosí, mai arrendersi:-)

    RispondiElimina
  12. Anch'io non mi sono mai cimentata con la frolla montata. Sarà il caso di provarci e spero di riuscire a ritagliare un po' di tempo per eseguire il tutto.
    Così avrò finalmente l'occasione di usare la sparabiscotti nuova nuova che ho nascosto dietro le teglie grandi per non farmi fare "lavate di capo" dal Martirio.
    Bellissima la tua idea di farli sottili. Così anche se la tentazione vince il peccato non è poi così grave!
    A presto
    Nora

    RispondiElimina
  13. Buoni!!! anche io ho fatto la frolla montata e ho aggiunto la camomilla, però in infuso!
    Bacioni

    RispondiElimina
  14. Meravigliosa la lavanda insieme al burro!

    RispondiElimina